Home Cronaca Gela, indagati il commissario liquidatore e il responsabile tecnico dell’impianto di compostaggio

Gela, indagati il commissario liquidatore e il responsabile tecnico dell’impianto di compostaggio

548 views
0

Gela – Indagati il commissario liquidatore e il responsabile tecnico dell’impianto  di compostaggio di contrada Brucazzi di Gela.

Inquinamento ambientale e gestione illecita di rifiuti in concorso le ipotesi di reato contestate a loro carico in questa fase d’indagine preliminare.

Al centro della misura è finita la società «Ato Ambiente CL2 spa in liquidazione». Il gip del tribunale di Gela, su richiesta della procura, ha disposto il sequestro dell’area. È un decreto di applicazione della misura cautelare reale del sequestro preventivo che va a convalidare, peraltro, il provvedimento urgente emesso dalla procura di Gela nei confronti della stessa società e impianto, già eseguito nei giorni scorsi dalla polizia giudiziaria.

Parallelamente sono stati nominati due amministratori giudiziari per la gestione dei beni aziendali e dell’impianto già dal 29 luglio 2022.

L’operazione è stata curata dai carabinieri del nucleo operativo ecologico di Palermo e dai tecnici dell’Arpa Sicilia che hanno indagato dal settembre 2021 fino ad adesso.

Precedentemente era stato sequestrato un appezzamento di terreno di proprietà della «Sicilsaldo spa», che sarebbe stato evidentemente contaminato dalla presenza di percolato in superficie, quattro vasche di cemento per la raccolta di percolato, della capacità di 15 mila litri ciascuno, all’interno dell’impianto di compostaggio di contrada Brucazzi, mai autorizzato e dalle quali veniva rilevato lo sversamento di sostanze inquinanti.

Complessivamente il valore dei beni sequestrati e che sono stati affidati a gestione commissariale supererebbero il valore dei due milioni di euro.

Secondo la tesi della procura, gli indagati sarebbero responsabili dell’inquinamento di suolo e sottosuolo legato a una presunta illecita raccolta e smaltimento dei rifiuti nell’area di compostaggio e nei terreni di proprietà della società «Sicilsaldo spa».

Ti è piaciuto questo post?

Clicca sulle stelline per dare un voto!

Average rating 3 / 5. Vote count: 2

Vota per primo questo articolo

Condividi