Home Eventi Disturbi del comportamento alimentare, iniziative di Casa Rosetta per la Giornata nazionale

Disturbi del comportamento alimentare, iniziative di Casa Rosetta per la Giornata nazionale

218 views
0

Caltanissetta – Frequente e diffuso anche nel Nisseno il fenomeno del “dca”. E in coincidenza “Giornata nazionale contro i disturbi del comportamento alimentare”, riconosciuta dal governo italiano, Casa Rosetta è presente. È uno dei fronti importanti di impegno della stessa associazione.

«Obiettivo di questa giornata nazionale – è stato spiegato – è dare voce a chi solitamente non ne ha o non riesce a farsi ascoltare. Soprattutto i ragazzi e le ragazze che soffrono di anoressia, bulimia, e altri disturbi della nutrizione, e le famiglie, perché quando una persona si ammala, di fatto coinvolge tutta la famiglia. E le famiglie troppo spesso vivono il problema nel silenzio delle mura domestiche, isolate dalla scarsa o generica attenzione sociale e sanitaria per i dca».

Guardando al territorio poi, è stato osservato come «il fenomeno è frequente e diffuso anche a Caltanissetta con segnalazioni e richieste di intervento anche nelle scuole e Casa Rosetta si occupa di “dca” in vario modo: i casi più acuti vengono trattati nelle comunità terapeutiche per le dipendenze patologiche, generalmente associati ad altri problemi. Ma grande attenzione ai Dca è rivolta a Casa Rosetta soprattutto dal Centro di consulenza per la famiglia, un consultorio di sostegno psicologico, e dai programmi di prevenzione e informazione rivolti ai giovani soprattutto nelle scuole, e tenuti da psicologi e da altri operatori specializzati. L’adolescenza è anche in questa città l’età più delicata e vulnerabile, e sono frequenti i segnali di allarme e di silenziose richieste di aiuto – ritiro sociale, cupezza, malesseri vari –  che devono essere colti e interpretati da osservatori attenti e competenti».

E, più specificatamente, «nel lavoro quotidiano l’équipe multidisciplinare di Casa Rosetta, composta da psicologi e altri specialisti, incorre in fenomeni che necessitano anche di costanti studi e approfondimenti scientifici per una più dettagliata comprensione dell’evoluzione e di una più accurata offerta di cura tendente alla medicina di precisione. Diversi sono i contributi di ricerca scientifica sull’esperienza degli ospiti in trattamento rivolti al servizio e alla qualità delle cure, al fine di incrementare la formazione continua e l’interazione tra le diverse realtà del territorio al fine di sviluppare prassi connesse alla resilienza e azioni volte all’implementazione e/o alla rimodulazione del sistema curante all’interno delle comunità socio-assistenziali», è stato aggiunto.

Casa Rosetta ha contribuito alla ricerca con la società italiana per lo studio dei disturbi del comportamento alimentare e sta effettuando, in collaborazione con il dipartimento di psicologia dell’Università Kore di Enna, altri programmi di ricerca diagnostica e cura nelle tre comunità di Casa Rosetta, ossia Terra Promessa, La Ginestra e L’Oasi. Comunità che accolgono e assistono donne e uomini in condizioni di dipendenza da uso di sostanze, da comportamenti specifici e con disturbi mentali e alimentari, occupandosi di problematiche sociali, attuando.

Ti è piaciuto questo post?

Clicca sulle stelline per dare un voto!

Average rating 0 / 5. Vote count: 0

Vota per primo questo articolo

Condividi