Home Cronaca La CGIL: “Incomprensibile che le sale operatorie siano rimaste chiuse per oltre...

La CGIL: “Incomprensibile che le sale operatorie siano rimaste chiuse per oltre un mese, si riapre ma le criticità segnalate dai N.A.S. permangono”

641 views
0
Salvatore Cardinale della CGIL

Mussomeli – ” Questa O.S. apprende che con nota numero 22350/2023 del 04/05/2023 il  responsabile della Direzione medica del Presidio ospedaliero di Mussomeli ha disposto il ripristino delle normali   attività afferenti al complesso operatorio Questa notizia non può che essere accolta positivamente da questa O.S. anche se resta altresì incomprensibile comprendere ancora oggi quali siano stati i motivi che hanno indotto, più di un mese fa, la Direzione Sanitaria aziendale a emanare un provvedimento di chiusura delle stesse  sale operatorie. Tale incomprensione è determinata dal fatto che , nonostante sia trascorso per l’appunto più di un mese, ad oggi non risulta siamo state eliminate le criticità oggetto di segnalazione da parte dei carabinieri del nucleo Anti-sofisticazione in occasione della loro prima visita istituzionale. E’ lecito e anche ovvio fare una domanda al management aziendale. Era forse evitabile interdire le attività operatorie per un così prolungato lasso di tempo? Nel ribadire la soddisfazione per la positiva chiusura di una vicenda che per troppo tempo ha privato ai cittadini del Vallone le prestazioni di natura chirurgica auspichiamo che nel più breve tempo possibile analogo provvedimento di riapertura  venga adottato anche per l’ospedale Basarocco di Niscemi”: Lo scrive la Fp CGIL di Caltanissetta  in una nota a firma di del segretario provinciale Angelo Polizzi e di Alessandro La Marca, Lilly Corda, Michela Foglietto, Salvatore Cardinale.

 

 

Ti è piaciuto questo post?

Clicca sulle stelline per dare un voto!

Average rating 5 / 5. Vote count: 3

Vota per primo questo articolo

Condividi