Home Cronaca Omicidi, mafia, estorsione e droga sotto l’ala di Cosa nostra: condanne definitive...

Omicidi, mafia, estorsione e droga sotto l’ala di Cosa nostra: condanne definitive e scattano 15 arresti

1.520 views
0

Caltanissetta – La giustizia alla fine ha presentato loro il conto. Arrivato con il rigetto delle loro istanze da parte della Cassazione che ha messo in ghiaccio le condanne.

Quelle che in quindici, tra i coinvolti nel blitz dei carabinieri ribattezzato «De reditu» che nel luglio di sei anni fa, peraltro, ha fatto pure luce su sei delitti e due tentati omicidi consumati a Riesi, facendo scattare venticinque provvedimenti cautelari in totale.

Ora la Suprema corte ha rigettato i ricorsi e su disposizione della procura generale di Caltanissetta sono stati disposti gli ordini di carcerazione . I provvedimenti hanno interessato i riesini, Giuseppe Cammarata  condannato all’ergastolo, Calogero Altovino con 8 anni e 8 mesi, Giuseppe Di Buono 7 anni e 8 mesi, Daniele Fantauzza 20 anni, Ezio Fantauzza 7 anni e 8 mesi, Angelo Ficicchia 7 anni e 8 mesi, Gaetano Ficicchia 8 anni e 8 mesi, Rocco Ficicchia 8 anni e 8 mesi, Gaetano Lombardo 6 anni, Rosario Marotta 6 anni, Giuseppe Montedoro 2 anni, Gaetano Forcella 20 anni, Rosolino Li Vecchi 20 anni, Michelangelo Amorelli 10 anni e 8 mesi  e chiude il quadro l’adesso collaborante Carmelo Arlotta con 14 anni.

 I quindici –  assistiti dagli avvocati Carmelo Terranova,  Vincenzo Vitello, Danilo Tipo, Cinzia Bellomo, Giovanni Maggio, Giovanni Pace, Walter Tesauro, Giampiero e Alfonso Russo, Antonio Gagliano, Valerio Rizzo, Giuseppe Di Legami, Sergio Luceri, Giuseppe La Barbera e Simona Celere- sono stati ritenuti colpevoli, a vario titolo, di omicidio – Forcella, Cammarata, Li Vecchi e Arlotta –  associazione mafiosa – Li Vecchi e Amorelli – estorsione – Amorelli, Li Vecchi, Cammarata e Montedoro – associazione finalizzata al traffico e spaccio di droga e smercio di stupefacenti che riguarda tutti gli altri.

Altri nove imputati sono attualmente sotto processo con il rito ordinario per cinque delitti e tre falliti agguati.

Ti è piaciuto questo post?

Clicca sulle stelline per dare un voto!

Average rating 5 / 5. Vote count: 1

Vota per primo questo articolo

Condividi