Home Cronaca Ospedale di Mussomeli: a settembre apre i battenti la Lungodegenza. In...

Ospedale di Mussomeli: a settembre apre i battenti la Lungodegenza. In arrivo due nuovi medici

4.623 views
0

Mussomeli – La Lungodegenza tornerà ad essere operativo, dopo un anno e oltre di chiusura. Il reparto riaprità a settembre. Ci saranno novità in organico. Arriveranno, infatti,  un nuovo radiologo e un altro medico in Medicina/Lungodegenza. Sono le risultanze utili e proficue dell’incontro tenutosi tra i sindacalisti della Uil, Lillo Polito, Giuseppe Butticè, Luca Taibi, e il direttore di presidio, Benedetto Trobia. Un incontro chiarificatore, che fa appiana le divergenze che erano emerse nelle settimane precedenti, creando così le condizioni per  «trovare soluzioni alle varie problematiche inerenti il presidio ospedaliero “Maria ImmacolataLongo” di Mussomeli al fine di poter soddisfare, in modo puntuale e ottimale, la crescente richiesta di prestazioni sanitarie da parte del proprio bacino di utenza che è quello di tutto il Vallone».
Nella nota diffusa a fine incontro si legge ancora: «Dal fruttuoso incontro, dopo le molteplici richieste da noi avallate da tanto tempo, ancora prima dell’insediamento dello stesso, il direttore ci ha comunicato la notizia della riapertura del reparto di Lungodegenza chiuso un anno fa e dell’affiancamento a breve di un’altra unità medica nel reparto di Medicina e in Radiologia. Durante l’incontro – continuano i tre sindacalisti – abbiamo purtroppo appreso la difficoltà dell’azienda di reperire, mediante concorso, dei chirurghi, stante che già da settembre due dei chirurghi in servizio si trasferiranno presso altre aziende. Su questa problematica il direttore Trobia ci ha rassicurato, però, circa la presenza, una volta a settimana, di un’equipe di chirurghi proveniente dall’Asp di Caltanissetta che affiancherà il dottore Pino Sorce presso il nostro presidio e assicurerà gli interventi». I sindacalisti quindi concludono: «Abbiamo comunque richiesto l’assunzione di ulteriori due unità mediche come previsto nella pianta organica per il Laboratorio analisi e l’Endoscopia digestiva. Siamo consapevoli dei molti problemi e delle difficoltà che quotidianamente affannano l’ambito sanitario e nello specifico il nostro presidio, ma siamo ugualmente certi che verranno risolti con l’impegno e il dialogo reciproco dimostrato di tutte le parti interessate per il bene comune della salute della collettività». Una penuria di medici, dunque, che diventa ancora più drammatica questo periodo di vacanze, tanto che proprio il direttore di presidio, Benedetto Trobia, appena rientrato da pochi giorni di ferie, ha coperto da sé un turno di guardia proprio al Pronto Soccorso di Mussomeli per l’impossibilità di trovare medici e non lasciare scoperto il luogo per eccellenza deputato alla medicina d’urgenza e al salvataggio in extremis di vite umane.

Ti è piaciuto questo post?

Clicca sulle stelline per dare un voto!

Average rating 4.4 / 5. Vote count: 12

Vota per primo questo articolo

Condividi