Home Cronaca Padre Angelo Sparacino, frate conventuale minore 60 anni di sacerdozio e festa

Padre Angelo Sparacino, frate conventuale minore 60 anni di sacerdozio e festa

897 views
0

Acquaviva Platani. Comunità in festa oggi ad Acquaviva Platani dove alle 18, presso la parrocchia Santa Maria della Luce, sarà celebrata una messa di ringraziamento per il sessantesimo anniversario di sacerdozio dell’ottantaquattrenne padre Angelo Sparacino. Don Angelo, appartenente all’ordine dei frati francescani conventuali minori, venne ordinato sacerdote l’1 ottobre del 1963 a Mussomeli, dall’allora vescovo di Caltanissetta mons. Francesco Monaco. E nella piccola comunità di Acquaviva, dove ogni anno torna ad agosto per trascorrervi due settimane di riposo, oggi sarà lo stesso don Angelo a presiedere la messa di ringraziamento. Con lui ci saranno altri confratelli, tra cui don Vincenzo Valenza, don Rosario Castiglione e un altro decano, l’ottantunenne Giuseppe Catarinicchia che fu a lungo arciprete di Acquaviva, ed è anche lontano parente del festeggiato.
Presenti ovviamente anche le autorità, col sindaco Salvatore Caruso in prima fila.
Cosi padre Catarinicchia sintetizza questi sei decenni di sacerdozio del suo compaesano a cui è legato da amicizia sincera: “Angelo avvertì la vocazione da ragazzo e frequentò il seminario serafico di Montevago e poi proseguì gli studi a Palermo, sino all’ordinazione sacerdotale. In questi sessant’anni di vita sacerdotale è stato costantemente impegnato nell’opera di evangelizzazione e di accompagnamento per tante persone per le quali è stato guida saggia, per anziani e ammalati ai quali ha rivolto parole di conforto e incoraggiamento, per uomini e donne ai quali ha spezzato il pane dell’Eucarestia. Ha prestato la sua opera a Roma e quindi tornò a Montevago dove visse in prima persona il dramma del terremoto del gennaio 1968. Dopo la chiusura del convento di Montevago fu trasferito a Santa Flavia e quindi a Ragusa, Avola, Comiso, sia come superiore del convento, sia come parroco. Ovunque padre Angelo Sparacino ha incarnato il suo essere ponte tra Dio e l’uomo e noi oggi attorno a lui ci stringiamo in questa messa di ringraziamento al Signore per i frutti seminati e raccolti.”
A lungo in effetti don Angelo ha vissuto nel ragusano, tant’è che tuttora è parroco emerito nella parrocchia dell’Angelo custode, in corso Vittorio Veneto, all’angolo con via Felicia Schininà, centro di Ragusa, dove non manca di celebrare la festa di San Francesco d’Assisi il 4 ottobre. E lo scorso primo ottobre, nel 60° anniversario della sua ordinazione, è stato il vescovo di Ragusa, mons. Pino La Placa a celebrare proprio in quella parrocchia la messa di ringraziamento.
Nel ragusano insomma, don Angelo ha trascorso quasi metà della sua vita sacerdotale, dapprima a San Tommaso, ad Ibla per dodici anni, dal 1970 al 1982 e qui fu nominato parroco nel 1973, e quindi il suo impegno a Ragusa centro in due momenti diversi dal 1982 al 1991 e dal 2005 al 2017, presso la parrocchia dell’Angelo custode di corso Vittorio Veneto. Quindi il suo trasferimento nel convento di Comiso quando i frati, ormai rimasti in due, dovettero lasciare la parrocchia.
Nel suo discorso di commiato alla parrocchia dell’Angelo Custode, sei anni fa, a dimostrazione di un fervore che non tiene conto del passare degli anni, don Angelo disse: “Nella nuova residenza di Comiso voglio augurarmi che con l’aiuto di Dio, con la comprensione dei confratelli, con l’amore e il rispetto di tutti coloro che incontrerò, potrò lavorare con lo stesso entusiasmo, lo stesso stile dei miei anni giovanili anche se sono pienamente consapevole che gli anni passano e i malanni sono dietro la porta.”

                                                                                                                            I sacerdoti presenti alla celebrazione della Santa messa: Padre Angelo, Padre Vincenzo Valenza, Padre Rosario Castiglione, Padre Giuseppe Catarinicchia,il seminarista Calogero Borgia e il chierichetto Domenico Di Vita.

                                                                                                                           Dedica a Padre Angelo.

 

La galleria fotografica:

 

Ti è piaciuto questo post?

Clicca sulle stelline per dare un voto!

Average rating 3.7 / 5. Vote count: 3

Vota per primo questo articolo

Condividi