Home Cronaca Evasione fiscale con la sua società, imprenditore colpevole  

Evasione fiscale con la sua società, imprenditore colpevole  

833 views
0

Caltanissetta – Ci fu evasione fiscale. A sancirlo, mettendo il sigillo, è stata la Cassazione che ha chiuso definitivamente la partita. Il pronunciamento di colpevolezza, così come nei due precedenti gradi del giudizio, è stato emesso nei confronti di un imprenditore, Giancarlo Barbieri, a capo di una società dell’indotto di Gela, poi travolta dal crac finanziario qualcosa come otto anni addietro. Per lui è definitiva la condanna a cinque mesi. Secondo l’accusa lo stesso imprenditore si sarebbe reso responsabile di evasione fiscale omettendo di versare alle casse dello Stato quanto dovuto. Fin qui la tesi accusatoria. Perché la difesa ha sempre sostenuto che nel momento in cui la società è entrata in crisi, lo stesso amministratore avrebbe preferito pagare intanto gli stipendi ai suoi dipendenti. Ma poi avrebbe pure tentato di trovare un accordo con l’erario. Tuttavia, secondo la tesi accusatoria, la condotta dello stesso imprenditore non sarebbe stata accorta fino a sfociare, secondo gli stessi magistrati, nell’illecito. Perché non avrebbe versato tributi nelle casse pubbliche. E la Suprema Corte lo ha sancito.

Ti è piaciuto questo post?

Clicca sulle stelline per dare un voto!

Average rating 0 / 5. Vote count: 0

Vota per primo questo articolo

Condividi