Home Cronaca È ritenuto vicino a Cosa nostra, confiscati beni per 750 mila euro...

È ritenuto vicino a Cosa nostra, confiscati beni per 750 mila euro a un imprenditore

1.134 views
0

Caltanissetta – Confiscato il tesoro di un imprenditore ritenuto vicino a Cosa nostra. Dopo il decreto di sequestro, adesso, è arrivata la definitiva espropriazione.

Il provvedimento ha interessato l’imprenditore Santo Valenti indicato come vicino al clan Rinzivillo di Cosa nostra.

La confisca è stata emessa  dalla sezione misure di prevenzione patrimoniali del tribunale di Caltanissetta, su richiesta della procura,  ed è stata eseguita dalla direzione investigativa antimafia.

Al centro della misura, per un valore complessivo di 750 mila euro, ,quattro immobili tra fabbricati e terreni – in Basilicata e Molise – due società di capitali, 3 impianti di produzione di energia rinnovabile da fonte eolica «Aereogeneratori – Pala Eolica» a Campobasso e a Potenza, una partecipazione societaria, due mezzi e diversi rapporti bancari .

È ritenuto socialmente pericoloso sull’onda del suo coinvolgimento nell’operazione «Extra fines-Druso» per cui nell’ottobre di sei anni fa è stato arrestato per estorsione aggravata dal metodo mafioso. Questo processo è ancora in corso e lui è sotto accusa per associazione mafiosa

Tra le pieghe di quell’inchiesta gli era stata pure imposta la sorveglianza speciale con obbligo di soggiorno nel Comune di residenza per due anni.

Secondo i magistrati vi sarebbe stato un profondo squilibrio tra i suoi possedimenti ed i redditi dichiarati. Troppo ampia la forbice.

Da qui , prima il sequestro e, adesso, la confisca definitiva dell’intero patrimonio che è passato nella disponibilità dello Stato.

Ti è piaciuto questo post?

Clicca sulle stelline per dare un voto!

Average rating 5 / 5. Vote count: 1

Vota per primo questo articolo

Condividi