Home Cronaca I riti della settimana Santa di Mussomeli attirano i turisti che assaltano...

I riti della settimana Santa di Mussomeli attirano i turisti che assaltano B&B e ristoranti

3.147 views
0

Mussomeli – I lamenti della Settimana Santa hanno incantato i visitatori che si sono riversati a frotte a Mussomeli. Da Pasqua la parola d’ordine è una sola: sold out, tutto esaurito. Musica per le orecchie  degli addetti  al settore del turismo. Un inno alla gioia dopo il “requiem” della pandemia che da due anni voleva condannare a morte il comparto che vive di bellezza e accoglienza.   “Dalla Settimana Santa – spiega l’imprenditore Tanino Nola, proprietario dell’agriturismo Monticelli – dopo anni oggettivamente difficili, c’è stata questa piacevole invasione di turisti.  Una clientela in maggioranza siciliana, il turismo di prossimità è andato per la maggiore, dato che gli ci portiamo dietro gli strascichi delle restrizioni alla mobilità internazionale. Dal mare all’entroterra è la rotta inversa  che è stata seguita e a cui dobbiamo aspirare, nonostante tutto e tutte le carenze e svantaggi che purtroppo persistono nelle nostre zone. Molti avventori hanno scelto Mussomeli incuriositi dalla vostra diretta. Anche il 25 aprile c’è stato pienone, speriamo che la gente sia libera di viaggiare: il nostro territorio è attrattivo, per molteplici ragioni, e questi ospiti sono salvifici per l’economia del territorio“. Sulla stessa lunghezza  d’onda Adriana Tuzzeo di  “Musmelia rooms” che racconta: “Abbiamo avuto una piacevole ripresa che ci fa ben sperare.  Clientela internazionale e di ritorno. Dalla Pasqua il trend è finalmente positivo e le camere erano tutte occupate, siamo andati in overbooking. Ancora oggi arrivano ospiti, dopo avere seguito la diretta, che abbatte anche le barriere linguistiche, inoltre lo streaming viene condiviso tra i clienti,  generando un passaparola virtuoso. L’ultima comitiva che abbiamo avuto arriva dalla Germania per il tramite di Castelloincantato.it“. Entusiasta anche Rino Sorge, proprietario del “Sorge Palace” che rivela: “Abbiamo avuto clientela di nazionalità eterogenea, parimente divisa tra nazionale e internazionale che ha alloggiato in tutte le nostre stanze. Speriamo che sia un presagio di crescita e ritorno alla normalità.  La diretta della settimana Santa ha valorizzato ed esportato i riti che sono potente attrattore per i turisti“. Intanto ad aprile ristoranti, pizzerie e, in genere. locali che lavorano di e con flussi turistici hanno registrato risultati più che lusinghieri. C’è un rinnovato e interesse per Mussomeli e le sue bellezze, contagioso più del covid!

Ti è piaciuto questo post?

Clicca sulle stelline per dare un voto!

Average rating 3.8 / 5. Vote count: 10

Vota per primo questo articolo

Condividi