Home Eventi «Rompiamo il muro #nomertà», fronte unito contro racket e usura

«Rompiamo il muro #nomertà», fronte unito contro racket e usura

279 views
0

Caltanissetta – Fronte compatto per dire no racket e usura. Tutti uniti sotto lo slogan «Rompiamo il muro #nomertà» che anima una manifestazione antimafia.

È in calendario per giovedì 9 gennaio a Riesi ed è stata organizzata «Rete per la legalità» con più iniziative per sensibilizzare l’opinione pubblica.

In piazzetta Livatino, a cominciare dalle 10 del mattino, sarà tributato un ricordo alle vittime della mafia. E sulle locandine campeggiano le figure dei magistrati simbolo della lotta alla mafia,Giovanni Falcone e Paolo Borsellino.

E, rifacendosi a quello che è il tema ispiratore della manifestazione, sarà inaugurato il «Muro del non silenzio» al piazzale De Andrè.

Prima dell’intervento del prefetto Cosima Di Stani,che chiuderà l’appuntamento, sono previstre le testimonianze, nell’oridine del vice presidente nazionale della rete per la legalità, Pippo Scandurra, di Franca Evangelista vedova del commerciante Gaetano Giordano ucciso dalla mafia per essersi rifiutato di pagare il pizzo, l’avvocato Fausto Amato legale di «Sos imprese», di Matteo Pezzino presidente regionale degli edili di Confartigianato e Stefano vento presidente delal rete per la legalità di Barcellona Pozzo di Gotto. Prevista anche la testimonianza dell’ex presidente del parco dei Nebrodi, Giuseppe Antoc

Condividi