Home Cronaca Salus festival, si spengono i riflettori: momento di crescita e confronto per...

Salus festival, si spengono i riflettori: momento di crescita e confronto per la salute del territorio

433 views
0

Caltanissetta – Si spengono i riflettori su Salus Festival 2021. Ed è con la “Camminata della Salute”, che ha coinvolto tanti cittadini, che s’è chiusa adesso la settima edizione della manifestazione di promozione della salute organizzata dal Cefpas a Caltanissetta e a Gela.

È stata un’intesa settimana ricca di appuntamenti tra screening gratuiti, seminari scientifici, ambulatori aperti, il concorso cinematografico Salus Cine Festival, i tornei sportivi e gli incontri con gli studenti delle scuole superiori e gli alunni delle scuole elementari.

«Grazie alla forte adesione del territorio alle iniziative del Salus Festival – ha spiegato il direttore generale dello stesso centro di formazione sanitaria, Roberto Sanfilippo – il Cefpas ancora una volta ha dimostrato di essere dalla parte della prevenzione della salute. Fondamentale è stato il supporto dei partner istituzionali e dell’associazionismo del terzo settore, grazie ai quali abbiamo fatto rete e che ringrazio per il loro contributo di idee, suggerimenti e proposte. Tutti insieme, attraverso gli screening, i seminari scientifici e gli eventi culturali – è andato avanti – ci siamo mobilitati per proporre stili di vita corretti alla popolazione e per far capire quanto sia importante prendersi cura di se stessi. I diversi argomenti trattati ci hanno permesso di riflettere sui temi di grande attualità per il presente e il futuro della Sanità. É davvero un messaggio positivo che da ben sette anni Caltanissetta riesce a veicolare con grande energia», ha concluso.

Sulla manifestazione, il direttore generale dell’Asp di Caltanissetta, Alessandro Caltagirone, non ha nascosto la soddisfazione per «la ripresa in presenza del Salus Festival che rappresenta un grande evento di promozione della salute e simboleggia la grande voglia di ritorno alla normalità, dopo che nell’ultimo anno siamo stati costretti ad affrontare l’emergenza pandemica».

Lo stesso manager dell’Aziensa sanitaria nissena ha pure rimarcato che  «grazie alla disponibilità dei nostri professionisti e alla collaborazione di tutta la direzione e del mondo del volontariato, abbiamo allargato le porte della prevenzione attivando gli ambulatori nelle nostre strutture per accogliere i pazienti che hanno scelto di sottoporsi alle visite specialistiche».

Sì, perché A dare vita al Salus Festival sono stati tanti professionisti del mondo socio-sanitario, tra medici, specialisti, esperti e docenti universitari, che si sono

avvicendati durante le giornate formative, al fianco di campioni dello sport e alle forze dell’ordine «per parlare e promuovere il benessere della persona e i corretti stili di vita nei suoi diversi ambiti. Positiva anche la partecipazione dei cittadini agli ambulatori per i check-up specialistici, un appuntamento con la prevenzione che continua a riscuotere grande adesione», è stato sottolineato con grande soddisfazione dagli organizzatori dell’evento.

Ti è piaciuto questo post?

Clicca sulle stelline per dare un voto!

Average rating 5 / 5. Vote count: 1

Vota per primo questo articolo

Condividi