Home Cronaca «Spaccio di droga sotto l’ala della mafia», chiusa l’inchiesta

«Spaccio di droga sotto l’ala della mafia», chiusa l’inchiesta

618 views
0

bunale caltanissettaCaltanissetta – Procura pronta a chiedere il rinvio a giudizio dei coinvolti nel blitz su mafia e droga ribattezzato «Bella vita». Frutta di un’indagine della polizia.

La stessa che a fine giugno dello scorso anno ha fatto scattare sette provvedimenti cautelari. Ma due di loro hanno già definito le rispettive posizioni attraverso il patteggiamento.

Discorso aperto, invece, per il presunto boss nisseno, il quarantatreenne Carmelo Antonio Bontempo, il trentottenne Ernesto Mirandi, il trentacinquenne Giovanni Vinciguerra, il ventottenne Mario Ragusa, il quarantaquattrenne Giovanni Puzzanghera, il quarantaduenne Giuseppe Polizzi, il quarantatreenne Fabio Meli e il quarantasettenne Francesco Zappia – assistiti dagli avvocati Davide Anzalone, Danilo Tipo, Sergio Iacona , Maria Francesca Assennato, Boris Pastorello e Walter Tesauro – per il quali l’indagine è stata già chiusa.

A loro carico il sostituto procuratore della direzione distrettuale antimafia di Caltanissetta ha ipotizzato i reati, a vario titolo, di associazione mafioso dedita alla commissione di estorsioni e al traffico di sostanze stupefacenti.

A capo della presunta organizzazione, secondo gli inquirenti, vi sarebbe stato Bontempo ritenuto il capo della famiglia mafiosa di Caltanissetta. Ne avrebbe preso le redini approfittando di un vuoto di potere, secondo la tesi accusatoria.

Altri due coinvolti nello stesso blitz del giugno scorso, invece, hanno patteggiato la pena. Il trentunenne nisseno Daighoro Iacona – assistito dall’avvocato Sergio Iacona –  figlio del collaborante Francesco Iacona che ha raggiunto l’intesa a tre anni per spaccio di droga, mentre il quarantanovenne Ivan Villa – assistito dagli avvocati Dino Milazzo e Boris Pastorello – a otto mesi per favoreggiamento semplice.

Ti è piaciuto questo post?

Clicca sulle stelline per dare un voto!

Average rating 5 / 5. Vote count: 1

Vota per primo questo articolo

Condividi