Home Cronaca CG Studio di Alfonso Cardinale e Gianni Geraci tra i 27 selezionati...

CG Studio di Alfonso Cardinale e Gianni Geraci tra i 27 selezionati di “Architects meet in Selinunte” edizione 2023.

2.411 views
0

La 12a edizione di “Architects meet in Selinunte: Nuove Normalità, L’architettura del prossimo futuro”, incontro internazionale di Architettura tenutosi a Selinunte dal 19 al 21 ottobre 2023, ha fatto registrare una massiccia partecipazione a livello internazionale. Più di 100, infatti, i progetti, editi in apposito “quaderno”, presentati alla giuria, dagli stessi progettisti. Una tre giorni immersiva organizzata dall’AIAC (Associazione Italiana di Architettura e Critica) e Studio La Monaca, in collaborazione con l’Ordine degli Architetti P.P.C. di Trapani che si è tenuta a Baglio Florio, all’interno del Parco di Selinunte che, con i suoi 270 ettari di meraviglie, in gran parte doriche, rappresenta il parco archeologico più grande d’Europa. Nuovi modelli e nuovi modi di abitare si affacciano sulla scena dell’architettura contemporanea sull’onda lunga di una precisa rotta di cambiamento determinata dalle numerose e concomitanti cause esterne degli ultimi anni, dalla digitalizzazione al Covid, passando attraverso il mutamento della composizione dei nuclei familiari e delle forme di lavoro, fra smart working e coworking. Quattro i progettisti di Mussomeli che hanno partecipato all’evento, Studio Rino Bertolone, con Palazzo “M”, residenza privata in centro storico; CGstudio s.r.l. di Alfonso Cardinale e Gianni Geraci con “Casa a corte”, Milena; Salvatore Nigrelli con Villa CaRi, Mussomeli; Nicola Sola con Scuola dell’infanzia, Vallelunga Pratameno e che sono stati esaminati, fra gli altri, da apposita giuria. In particolare, si sono distinti i progettisti Alfonso Cardinale e Gianni Geraci, rientrati fra i 27 finalisti del concorso. Un progetto che porta alla luce le “tracce” di una Sicilia interna perchè “ogni nostro progetto è sempre il frutto di un’azione di pensiero”, così si racconta, a microfoni spenti, l’architetto Cardinale mentre, visibilmente soddisfatto per il riconoscimento, ci mostra, fra le pagine del quaderno, le direttrici rosse del progetto di Casa a corte. “Trovare la Bellezza, anche questa è una normalità possibile” esordisce Geraci, nella presentazione del progetto, e ancora Cardinale “l’architettura è un ente assoluto non aggettivabile, uno strumento per indagare la complessità dell’abitare nostro sulla terra . Casa a corte è l’esito di una ricerca condotta sul tema del riconoscimento -tanto caro a Cardinale (ndr)- delle tracce. Un progetto realizzato a Milena, nell’entroterra siciliano fra il 2015 e il 2020 che ha recuperato le tracce della vecchia costruzione rurale con il fine di tramandarne la memoria e garantire la persistenza di una tipologia della tradizione nel rapporto specifico col contesto e il paesaggio. Abbiamo fatto ricorso anche alle mappe catastali storiche” Conclude Geraci, “la configurazionme della geometria dell’insediamento ci ha permesso di portare alla luce il patrimonio genetico dell’esistente. La corte è l’elemento cardine che consente il rapporto diretto con l’esterno. Corpi rigorosamente bassi, sempre nel rispetto di ciò che è stato, una quinta aperta sul luogo del silenzio. La presenza metafisica del cipresso a scandire il senso del tempo”. Mentre in apertura di presentazione, lo stesso Geraci ha elogiato la condizione privilegiata di operare in un luogo di periferia che, proprio in virtù della sua condizione, permette di “stare lontani dalle mode e dalle tendenze, dando la possibilità di difendere il mestiere dell’architetto. La storia, la luce, il cielo, il paesaggio, la lentezza, gli elementi cardine per nuovi scenari contemporanei”. Il progetto, assieme a quelli di Nigrelli, Sola e altri non di Mussomeli, è stato fotografato dall’architetto fotografo Santo Eduardo Di Miceli. L’evento si è concluso sabato 21 alla presenza del sottosegretario alla Cultura Vittorio Sgarbi e del mecenate d’arte Antonio Presti che hanno brillantemente dialogato col critico d’architettura Luigi Prestinenza Puglisi. Un evento in cui, con ogni probabilità, sono state gettate le basi per importanti sviluppi.

Ti è piaciuto questo post?

Clicca sulle stelline per dare un voto!

Average rating 1 / 5. Vote count: 1

Vota per primo questo articolo

Condividi