Home Cronaca Dal Veneto a Mussomeli, la rotta inversa dell’ortopedico Totuccio Mantio, ora stabilizzato...

Dal Veneto a Mussomeli, la rotta inversa dell’ortopedico Totuccio Mantio, ora stabilizzato dall’ASP all'”Immacolata Longo”

12.216 views
0

 MUSSOMELI – E’ di questi giorni la notizia della stabilizzazione di 97 operatori sanitari che hanno firmato il contratto di lavoro a tempo indeterminato con l’ASP di Caltanissetta ed altri 33 con contratto di un anno, potenzialmente rinnovabile. Per quanto riguarda le faccende di casa nostra, a raggiungere l’importante e meritato traguardo è il Dott. Mantio Totuccio ortopedico già in forza al reparto di Ortopedia del” M.I. Longo di Mussomeli” diretto dal Dott. Dell’Utri. Raggiunto telefonicamente, il Dott. Mantio, felice di aver realizzato “il sogno di una vita”, invitato a fare un excursus della sua storia, dai primi passi come studente di medicina fino ad oggi, ringrazia per tanta attenzione e come stordito da quello che gli sta succedendo dice: “Subito dopo la mia laurea, in attesa di coronare il mio sogno e cioè quello di diventare ortopedico, ho iniziato a lavorare prima presso l’ASP di Sondrio e successivamente presso l’ASD di Como per circa un anno. A giugno del 2011 vinco il concorso per entrare presso la scuola di Specializzazione di Sassari diretta dal Prof. Paolo Tranquilli Leali, il mio primo maestro, dove mi sono formato. Durante questo periodo di studio e formazione, il Prof. Paolo Tranquilli ed il mio Tutor- Prof. Carlo Doria, mi hanno dato la possibilità di allargare le mie conoscenze anche all’estero. Prima a Barcellona di Spagna presso l’Hospital Dexeus (Centro di eccellenza e di rifermento del Barcellona calcio di Messi e di tutte le discipline sportive) diretto dal Prof. Manuel Ribas dove ho studiato ed approfondito la patologia dell’anca, poi a Leeds (Inghilterra) presso l’LGI Hospital con il Prof. P.  Giannoudis, uno tra i più grandi traumatologi di bacino al mondo, in seguito a Marbella (Spagna) presso l’Hospital Costa del Sol (grazie ad una borsa di studio vinta dopo la pubblicazione di un lavoro scientifico), ed infine un anno a Vicenza presso l’Azienda ULSS 4 Alto Vicentino (Centro Regionale di riferimento di Chirurgia Vertebrale) con il Prof. M. Balsano. Poco prima di volgere al termine questo periodo di formazione sono stato contattato dai vertici dell’ASP di Caltanissetta, i quali mi hanno proposto di tornare a lavorare a casa, e senza esitare un istante, in accordo con mia moglie, ho immediatamente accettato la proposta. Una decisione che ha provocato dispiacere ad i miei amici e colleghi veneti, perché ormai ero parte integrante di un gruppo forte ed unito. Prima di arrivare al mio paese natio, ho lavorato un anno a Gela, dove ho visto ed imparato molto, ma il mio cuore batteva per Mussomeli. Finalmente a Luglio del 2017 mi è stata data la possibilità di tornare a casa e di far parte di un gruppo straordinario con a capo un grande maestro- il Dott. Carlo Dell’Utri. Un ringraziamento va a lui, per tutto quello che mi ha trasmesso e che ha dato alla comunità di Mussomeli e del Vallone, ma anche a tutto il personale dell’ortopedia (Medici, infermieri, ausiliari e fisioterapisti). Assieme abbiamo raggiunto traguardi inaspettati. L’onere di tali traguardi lo dobbiamo anche all’impegno e sacrificio di tutto il personale dell’intero ospedale (Pronto Soccorso, Radiologia, Medicina, Chirurgia, laboratorio Analisi, Dialisi e Gruppo Direzione che sempre ci hanno supportato). Grazie anche all’intera comunità di Mussomeli per la fiducia dataci. Dedico questo mio traguardo a mia moglie Graziella Valenza, a mia figlia Chiara e a tutta la mia famiglia perché mi hanno supportato in questo percorso lungo, faticoso, ma anche pieno di soddisfazioni.” Oltre al Dott. Mantio sono stati stabilizzati il Dott. Liborio Miccichè, sempre in forza al reparto di ortopedia di Mussomeli, ed altri operatori sanitati nativi di Mussomeli che andranno a lavorare presso altre sedi come Sabrina Frangiamore, Natalino Piazza e Giusi Lomanto.

Ti è piaciuto questo post?

Clicca sulle stelline per dare un voto!

Average rating 5 / 5. Vote count: 2

Vota per primo questo articolo

Consentici di continuare a garantire il diritto di sapere quello che gli altri non ti dicono. Sostienici!

Con bonifico bancario, anche online, intestato ad:  Associazione “Castello Incantato”  CODICE IBAN IT68T0897583380000000011400 (Bcc “San Giuseppe Mussomeli" - causale: donazione liberale per castelloincantato.it).

CON PAYPAL O CARTA (clicca sotto)

Condividi