Home Cronaca Pronto Soccorso di Mussomeli: arriva il dottore Vincenzo Canalella, 27enne medico mussomelese

Pronto Soccorso di Mussomeli: arriva il dottore Vincenzo Canalella, 27enne medico mussomelese

9.205 views
0

Mussomeli – Il dott. Vincenzo Canalella, dal 3 aprile, è il nuovo medico dell’Unità Operativa di Emergenza Urgenza dell’Ospedale Maria Immacolata Longo di Mussomeli. Ha “appena” 27 anni e una laurea in Medicina e Chirurgia, la forza giovane del Pronto Soccorso del Longo, Vincenzo Canalella, figlio di Mario e di Erina Imbornone, è una bella storia. Una di quelle controvento e controcorrente che la dicono lunga sulla passione dei giovani e sul loro attaccamento al territorio. Poco dopo la laurea -avvenuta nell’ottobre dell’anno scorso- Canalella, a dicembre, aveva già partecipato ad un bando indetto dall’ASP. Segno evidente che il “ragazzo” aveva già le idee chiare in fatto di sapere cosa fare “da grande”. Caso volle che il bando viene chiuso ma se ne apre un altro. Al quale partecipano quattro medici. Poi, da novembre, scatta il reclutamento. Crisi del medico? No! Se c’è ancora passione e vocazione. Quel “fuoco” per la passione medica che brucia di giorno ma… anche di notte. Perchè ovviamente -lo sappiamo tutti- al Pronto Soccorso si lavora di giorno ma anche e soprattutto di notte. E occorre una buona dose di tutto… preparazione, pazienza, capacità di fronteggiare le emergenze, intuito nell’individuare le priorità, polso fermo all’occorrenza e… tanto altro. Chi è già sperimentato del settore ha potuto fare i conti con le esigenze del prossimo che vengono sempre prima delle proprie, con turni che non tengono conto di alcuna esigenza personale e numero di ore che -quasi sempre- sconfina da quelle previste. Eppure tutto ciò non ha minimamente scoraggiato il giovane medico che -invero- ha dimostrato tanto entusiasmo nel potere mettere a frutto quanto appreso durante il lungo e impegnativo percorso di studi. “L’unico timore che avevo -ci racconta-  “è stato quello di affrontare, in prima battuta, un reparto “difficile” quale può essere quello del primo soccorso. Che pure è comunque un presidio fondamentale della salute pubblica. E, in questo senso, voglio ringraziare il dott. Nino Lanzalaco che mi ha incoraggiato a superare ogni remora. E già oggi, all’indomani della mia immissione a ruolo, con contratto a tempo determinato, posso parlare al passato. Nino è stato per me, un vero e proprio mentore, mi ha permesso anche di maturare esperienza sul campo potendolo affiancare quando le condizioni lo permettevano. E’ stato proprio questo che mi ha fatto appassionare ad un lavoro tanto impegnativo quanto affascinante”. Dal canto suo il dott. Lanzalaco, navigato medico  del reparto, si definisce “non soddisfatto per la riuscita dell’opera ma… di più! E’ andato al di là di ogni mia aspettativa il reclutamento di una giovanissima leva che possa assicurare continuità alla struttura e cambio generazionale. Quando ho saputo che Vincenzo si stava laureando ho operato un vero e proprio “corteggiamento” professionale. Convinto come sono dell’importanza della struttura sanitaria in un’area disagiata come la nostra. Io e il mio amico Giosuè abbiamo scritto un pò la storia di questo reparto. Ora largo ai più giovani”. Il dott. Canalella completerà l’organico composto dal responsabile, dott. Giosuè Carduccio e dai medici repartisti Nino Lanzalaco, Cristian Carduccio, Luisa Miraglia, Silvia Cordaro.

Ti è piaciuto questo post?

Clicca sulle stelline per dare un voto!

Average rating 3.5 / 5. Vote count: 10

Vota per primo questo articolo

Condividi