Home Cronaca Giovani campioni del pedale crescono, il nisseno Risplendente illumina la 101° edizione...

Giovani campioni del pedale crescono, il nisseno Risplendente illumina la 101° edizione della Coppa Ascensione

425 views
0

Caltanissetta – Giovani campioni del pedale crescono. A suon di vittorie. L’ultima, del talento nisseno Vincenzo Risplendente che ha illuminato la gara. La sua è stata un’impresa sportiva che rimarrà negli annali del ciclismo che conta e adesso tra i patrimoni immateriali della Sicilia.

Il ciclista nisseno s’è imposto dominando, per distacco, nella categoria juniores alla centunesima Coppa Ascensione, nel Siracusano, la gara ciclistica per dilettanti più antica d’Italia. Si corre fin dal 1911 a Floridia, con il solo stop per i conflitti mondiali.

Risplendente, della Madone De Angeli, ha scritto il suo nome nel palmarès di una manifestazione che adesso è annoverata tra le iscritte nel registro dei beni immateriali isolani. Al fianco, ad esempio, in campo sportivo, della mitica Targa Florio.

La gara juniores s’è corsa sulla distanza dei cento chilometri su un circuito di dieci chilometri da ripetere dieci volte. Fin dall’inizio è stata animata da diversi attacchi fino a quando, poi, in testa è rimasto un gruppetto di sette corridori.

Tra loro Vincenzo Risplendente che nel giro finale ha piazzato la stoccata vincente con un’autoritaria fuga solitaria. Con straripanza sportiva ha staccato tutti presentandosi da solo al traguardo. Alle sue spalle il secondo classificato è arrivato con quarantasette secondi di ritardo.

Una vittoria netta, pulita, incontrastata quella del ciclista nisseno, sotto l’ala di Paolo Alberati e del patron Massimiliano De Marco, che ha suggellato un’impresa sportiva che resterà nella storia di questa prestigiosissima manifestazione ciclistica.

Benaugurante. Perché la Coppa Ascensione, nel recente passato, ha visto ai nastri di partenza giovani talenti poi divenuti campioni, in futuro, del ciclismo professionistico. Un nome su tutti, Vincenzo Nibali. E poi, Giovanni Visconti, Damiano Caruso e altri ancora. Ora, in gara, i nuovi assi del pedale, magari i futuri eredi.

Ti è piaciuto questo post?

Clicca sulle stelline per dare un voto!

Average rating 3 / 5. Vote count: 2

Vota per primo questo articolo

Condividi