Home Politica Villalba, a scuola borracce di alluminio per limitare l’uso della plastica

Villalba, a scuola borracce di alluminio per limitare l’uso della plastica

1.061 views
0

Villaba – “Si tratta di una  piccola rivoluzione – spiega la vice sindaca di Villalba Territo – quella di distribuire borracce di alluminio ad alunni ed alunne delle scuole dell’infanzia, primaria e media, che ha aperto le attività del 2020 del comune di Villalba 

Un  gesto che raggiunge l’intento di sensibilizzare le giovani generazioni ad un atteggiamento responsabile ed attivo nei confronti della sostenibilità ambientale”.

Alla consegna erano presenti assieme al sindaco e agli amministratori, il presidente del consiglio, il responsabile del servizio finanziario e il Preside dell’Istituto Comprensivo Giuseppe Baldo.

Questa borraccia non è solo un regalo – prosegue nella nota l’assessore Concetta Territo – , ma vuole lanciare un messaggio ecologico fondamentale e pratico per la sopravvivenza del nostro pianeta, si vuole far veicolare attraverso i ragazzi quelle informazioni, che non devono rimanere sterili, ma al contrario, devono essere attivamente apprese e messe in pratica quotidianamente a scuola come anche a casa. Abbiamo personalizzato le borracce con il logo del Comune di Villalba, con il nome di ogni alunno e con lo slogan Plastic free -Villalba dice basta alla plastica”.

 

“Sicuramente- aggiunge il  sindaco Alessandro Plumeri –  l’utilizzo della borraccia costituisce un buona pratica per l’impatto ambientale, se poi usate correttamente, evitando di riempirle con l’acqua delle bottiglie in plastica, avremo raggiunto sicuramente un buon risultato. Una lodevole iniziativa che l’Assessore Territo ha portato avanti egregiamente. A tale proposito il Sindaco dichiara che, al fine di portare avanti  e completare l’iniziativa, nel prossimo bilancio comunale, l’Amministrazione prevederà l’acquisto di depuratori che verranno istallati in ogni plesso scolastico e uno al Palazzo Municipale e coglie l’occasione per invitare i suoi concittadini a fare uso dell’acqua pubblica, prelevandola nelle bottiglie di vetro, direttamente alla ‘casetta dell’acqua’ sita nella Piazzetta adiacente alla Via XXIV Maggio”. 

nte “libero dalla plastica” e se ne parla così tanto perché la plastica sta letteralmente invadendo le spiagge e i mari del nostro pianeta. 

Se ognuno di noi riuscisse davvero a capire quanto veramente siamo responsabili diretti dell’inquinamento del nostro pianeta e comprendessimo qual è il nostro ruolo primario nella riduzione dei rifiuti in plastica sarebbe già un passo importante. 

Certamente da soli non cambieremo il mondo, ma tutti insieme contribuiremo a rendere più pulita la nostra terra e soprattutto i nostri mari. 

Abbiamo dato inizio alla nostra battaglia plastic free.

Condividi