Home Cronaca «Blitz su armi e droga», uno è colpevole, l’altro tornerà alla sbarra

«Blitz su armi e droga», uno è colpevole, l’altro tornerà alla sbarra

298 views
0

Caltanissetta – Uno definitivamente colpevole, l’altro no. Per lui si dovrà ricelebrare un altro processo. E sarà, complessivamente, il sesto, dopo due passaggi in Cassazione.

Ed è proprio quanto hanno disposto gli «ermellini» nel procedimento a carico di due tra i coinvolti in un blitz su mafia, armi e droga, con contestazioni a vario titolo.

E alla fine la Suprema Corte ha disposto un nuovo procedimento per un presunto corriere della doga, il gelese Salvatore Biundo che una già una prima volta si era visto annullare il verdetto di colpevolezza, sempre dai giudici di Roma, con il rinvio degli atti alla corte d’Appello di Caltanissetta. Passaggio che, per lui, dovrà ripetersi ancora. Nel precedente appello era stato condannato a sei anni e undici mesi di reclusione. Ora, per la terza volta, sarà ancora al cospetto della corte d’Appello di Caltanissetta.

Di contro, invece, è divenuta inappellabile l’affermazione di responsabilità a carico di un altro gelese, Majch Vella, che era stato condannato a dieci anni e quattro mesi di carcere. Il ricorso è stato rigettato e per lui il pronunciamento va in ghiaccio, senza più possibilità di replica.

Ti è piaciuto questo post?

Clicca sulle stelline per dare un voto!

Average rating 0 / 5. Vote count: 0

Vota per primo questo articolo

Condividi