Home Cronaca Maltrattamenti e abusi nella casa di riposo lager, due le condanne in...

Maltrattamenti e abusi nella casa di riposo lager, due le condanne in appello

626 views
0

Caltanissetta – Due condanne per i maltrattamenti nella casa di riposo lager. Nulla muta nella responsabilità, ma uno dei due imputati ha ottenuto un sensibile sconto di pena.

Così, in appello, per l’operatore cinquantacinquenne di Gela, Vincenzo Biundo – assistito dall’avvocato Carmelo Tuccio –  condannato adesso a sette anni,  due mesi e venti  giorni di reclusione – a fronte di undici  anni e due mesi in primo grado – perle ipotesi di abbandono di incapaci, esercizio abusivo della professione infermieristica e violenza sessuale aggravata.

Pena invariata, invece, per la cinquantatreenne operatrice Osa di Serradifalco, Rosa Anna Milazzo  – assistita dall’avvocato Amedeo Aquilino- che è rimasta bloccata sulla condanna a  quattro anni e otto mesi di reclusione per maltrattamenti, abbandono d’incapaci ed esercizio abusivo della professione d’infermiere.

Già entrambi, al termine del processo di primo grado celebrato con rito abbreviato, sono stati condannati al risarcimento dei danni in favore delle due parti civili costituite – assistiti dagli avvocati Flavio Sinatra e Ivan Angelo Bellanti –  ossia due ospiti delle strutture in questione, secondo l’entità che stabilirà il giudice in un procedimento dedicato e, inoltre, dovranno pagare una provvisionale complessiva di 3 mila euro per ciascuna.

Per questa vicenda, nel luglio di due anni fa Biundo era stato arrestato. Secondo l’accusa, oltre ai maltrattamenti riservati agli anziani ospiti, avrebbe pure approfittato una ventina di volte di una settantenne affetta da problemi schizaffettivi. Da qui l’accusa di violenza sessuale aggravata.

Sia lui che Rosa Anna Milazzo erano dipendenti della coop sociale «Azzurra» che gestiva le due case alloggio di Serradifalco, la «Giovanni Iacono» e  la «Francesco Lio»,. Entrambe sequestrate dai carabinieri al momento del blitz dei carabinieri, a conclusione di un’indagine che ha svelato contorni sconvolgenti, rispetto al trattamento subito dagli anziani disabili ospiti delle due comunità alloggio.

Ti è piaciuto questo post?

Clicca sulle stelline per dare un voto!

Average rating 5 / 5. Vote count: 1

Vota per primo questo articolo

Condividi