Home Cronaca Addio al figlio del Gattopardo. Si è spento Gioacchino Lanza Tomasi

Addio al figlio del Gattopardo. Si è spento Gioacchino Lanza Tomasi

635 views
0

Palermo – Si è spento in serata all’età di 89 anni il musicologo italiano ed esperto di teatro d’opera e del melodramma Gioacchino Lanza Tomasi. Nato a Roma nel 1934 era siciliano in tutto e per tutto, estremamente legato alla Sicilia sia per origini che per essere stato nominato dal Ministro Franceschini nel 2014 sovrintendente dell’Inda di Siracusa.

Gioacchino Lanza era anche figlio adottivo dello scrittore Giuseppe Tomasi di Lampedusa, l’autore del celebre romanzo “Il Gattopardo” e per questo portava il doppio cognome. E’ stato professore ordinario di Storia della musica all’Università degli Studi di Palermo e stato direttore dell’Istituto di cultura italiano di New York oltre che sovrintendente del Teatro di San Carlo di Napoli. Si è spento in serata nella sua casa dove era tornato dopo un ricovero all’ospedale Buccheri La Ferla. In ospedale era rimasto per alcuni giorni per problemi polmonari e cardiaci.

Persona nota e apprezzata nella sua lunga carriera è stato componente della Commissione Musica della Biennale di Venezia, Direttore Artistico dell’Opera di Roma, del teatro Comunale di Bologna, consulente del teatro Massimo di Palermo e del teatro Comunale Vittorio Emanuele di Messina ma anche direttore artistico del festival Verdi, direttore dell’istituto di Cultura italiana a New York solo per nominare alcuni dei suoi prestigiosi incarichi.

Importante è stata la sua attività didattica per le Università di Palermo e di Salerno ma con numerosi incarichi anche in Germania. E’ stato, poi, critico musicale di giornali come L’ora di Palermo, il gazzettino di Venezia, il Giorno di Milano e la Repubblica ed ha ricevuto numerose onorificenze internazionali. Da grande rilievo anche la sua attività di storico. Numerose le sue opere sulla storia urbana che vanno dalla ricostruzione della storia delle Ville di Palermo ai castelli e Monasteri siciliani. ma fra le sue opere ci sono anche quelle che rendono evidente l’aver raccolto l’eredità culturale di Tomasi di Lampedusa del quale ha pubblicato una biografia per immagini mentre all’inizio degli anni 2000 è stato autore de I luoghi del Gattopardo.

Ti è piaciuto questo post?

Clicca sulle stelline per dare un voto!

Average rating 4 / 5. Vote count: 3

Vota per primo questo articolo

Condividi