Home Cronaca Scacco alla Stidda, pioggia di condanne

Scacco alla Stidda, pioggia di condanne

466 views
0

Gela – Scacco alla mafia di Gela. Alla Stidda in particolare. È arrivato attraverso la sentenza del gup di Caltanissetta che, in abbreviato, ha inflitto una pioggia di condanne.

Ben sedici le affermazioni di responsabilità in questo passaggio in aula a carico di una cosca che, secondo gli inquirenti, sarebbe stata attiva sui fronti delle estorsioni, spaccio di droga e anche danneggiamenti.

La pena più severe, 22 anni di carcere, è stata inflitta a Bruno Di Giacomo ritenuto a capo del presunto gruppo. Lui che – secondo lo spaccato tracciato dalla procura – una tornato in libertà dopo avere scontato una condanna per omicidio, sarebbe riuscito a ricostruire un gruppo – come lui stesso li avrebbe etichettati – di «500 leoni» pronti a riaprire una nuova cruenta faida a Gela.

Seguono poi – secondo un ordine per entità della pena –  Alessandro Scilio con 14 anni ; Gaetano Marino 13 anni e 8 mesi; Emanuele Lauretta 12 anni e 2 mesi; Andrea Romano, Filippo Scerra e Gianluca Parisi 9 anni, 2 mesi e 20 giorni; Giuseppe Alessandro Antonuccio 9 anni e 6 mesi;  Rosario Marchese 6 anni e 8 mesi; Giuseppe Giaquinta 6 anni e 6 mesi; Gaetano Simone e Giuseppe Antonuccio 5 anni, 11 mesi e 3 giorni; Nicola Palena 4 anni, 5 mesi e 10 giorni; Calogero Daniele Infurna 2 anni e 8 mesi; Luigi D’Antoni 2 anni, 4 mesi e 20 giorni; chiude il quadro il collaboratore di giustizia Giovanni Canotto con 4 anni. Il pentito ha fatto luce su alcuni episodi di danneggiamento ai danni di commercianti.

Tra le pieghe del pronunciamento emesso dal gup di Caltanissetta, Alessandra Maira, sono stati anche revocate indennità di disoccupazione, assegno sociale, pensione sociale o d’invalidità civile e reddito di cittadinanza.

Nel processo si sono costituiti parti civili il Comune di Gela, l’associazione antiracket la Cgil e alcuni  commercianti. Saranno risarciti secondo l’entità che verrà stabilita in un successivo procedimento civile.

Ti è piaciuto questo post?

Clicca sulle stelline per dare un voto!

Average rating 2.5 / 5. Vote count: 2

Vota per primo questo articolo

Consentici di continuare a garantire il diritto di sapere quello che gli altri non ti dicono. Sostienici!

Con bonifico bancario, anche online, intestato ad:  Associazione “Castello Incantato”  CODICE IBAN IT68T0897583380000000011400 (Bcc “San Giuseppe Mussomeli" - causale: donazione liberale per castelloincantato.it).

CON PAYPAL O CARTA (clicca sotto)

Condividi