Home Cronaca Alla Targa Florio il giovane Salvatore Pio Scannella conferma il suo talento...

Alla Targa Florio il giovane Salvatore Pio Scannella conferma il suo talento purissimo

3.965 views
0

MUSSOMELI – Classe 2001 Salvatore Pio Scannella è un predestinato del rally, figlio di Franco, meccanico e preparatore di macchine di rally e pilota dilettante, fin da piccolo si aggira per l’officina di papà e prende contatto con quella che sarà la sua passione i motori, l’odore di olio e di benzina, ma la sua fortuna è stata la guida ed i preziosi consigli di un grande del rally che ha dato tanto a questo sport e che adesso, dopo una carriera ricca di successi e soddisfazioni con vittore importanti in campo regionale e nazionale, come un talent scout, capito di trovarsi davanti un talento ed anche per l’amicizia con Franco ormai decennale,  non poteva esimersi dal prendere il giovane Salvatore Pio sotto la sua ala protettiva ed i risultati sono sotto gli occhi di tutti. Salvatore ha già ottenuto ottimi risulti e piazzamenti in varie corse, l’ultima gara è stata la prestigiosa Targa Florio che ha vinto classificandosi primo di classe e settimo assoluto. Raggiunto telefonicamente il giovane campione esprime  la sua gioia e la sua soddisfazione per l’ottimo risultato: “Essere presenti alla Targa Florio è sempre un onore, l’obiettivo ripetere di nuovo la Coppa Rally di zona 8. La gara è andata benissimo, ci siamo divertiti e la concorrenza era tanta però ci siamo difesi bene. Le prove erano Cerda, Scillato, Polizzi e Caltavuturo, ci hanno dato assistenza al porto di Termini Imerese. Essere presenti alla gara più antica del mondo è sempre un’ emozione, le prove erano molto belle ma la mia preferita è stata la Caltavuturo, prove impegnative per le strade sconnesse e scivolose. Per me che è il mio quarto rally in assoluto significa molto questo risultato, stiamo lavorando bene  e siamo in crescita con il mio copilota Augliera”.

D: Qual è la tua aspirazione, cosa vuoi fare da grande?

R: Diventare un pilota di rally, è molto difficile però voglio provare a partecipare a qualche trofeo nel campionato italiano di rally.

D: Il tuo modello di riferimento in questo sport chi è?

R: Ci sono molti piloti che mi ispirano ma sicuramente Andreucci. Paolo Piparo mi ha trasmesso la freddezza e la guida molto pulita, lui è un grande maestro.

“ I miei ringraziamenti vanno alle persone che credono in me ed agli sponsor. Grazie alla mia famiglia che mi permette di praticare questo sport che come sappiamo è rischioso, ringrazio mio papà per la macchina che mi mette a disposizione, tutta la Scannella Racing per l’assistenza, Francesco Bonomo e Giuseppe Civiletto, infine, ma non per importanza , ringrazio colui che per me è un esempio in questo sport  e che  sta sempre al mio fianco, ormai lo considero un secondo papà e cioè Paolo Piparo”.

Ti è piaciuto questo post?

Clicca sulle stelline per dare un voto!

Average rating 4.1 / 5. Vote count: 23

Vota per primo questo articolo

Condividi