Home Cronaca Ambiente e salvaguardia del territorio, la Uila: «Più attenzione al settore e...

Ambiente e salvaguardia del territorio, la Uila: «Più attenzione al settore e stabilizzare i lavoratori»

153 views
0

Caltanissetta – Rilanciare l’investimento sull’ambiente e sulla salvaguardia del territorio. L’esortazione s’è levata dall’Unione italiana dei lavori agroalimentari della Uil.

«Da tantissimo tempo proponiamo alla regionale una riforma della legge della forestale che stabilizzi i lavoratori, da troppi anni con contratti a tempo determinato sulle loro spalle poiché effettuano poche giornate durante l’anno…  inoltre abbiamo sempre sostenuto con forza che la forestale deve rimanere pubblica e che si debba provvedere in tempi celeri al ricambio generazionale per evitare la “deforestazione” dei lavoratori», ha spiegato il segretario generale Enzo Savarino.

«Occorre pensare ad un piano di messa in sicurezza del territorio contro gli incendi boschivi ed a un piano serio di riforestazione, incrementare la superficie boschiva per contrastare in modo reale il riscaldamento globale e i cambiamenti climatici che seri danni stanno creando al nostro paese» è andato avanti.

E guardando a un altro fronte ha evidenziato come «tutto ciò potrebbe determinare la stabilizzazione dei lavoratori che da anni operano nel settore e nello stesso tempo dare ai giovani una opportunità di lavoro nei nostri boschi in quanto bene collettivo».

Lo stesso segretario della Uila ha rimarcato «che il settore agricolo e agroalimentare del nostro territorio è fatto di eccellenze ma regnano anche tante criticità, legate ai servizi e alle infrastrutture… necessitano di una maggiore attenzione e una concreta programmazione nell’intercettare anche i finanziamenti della comunità europea. È imprescindibile anche la riforma della legge dei consorzi di bonifica. Lo scopo della riforma è di mettere i consorzi di bonifica, fondamentali per lo sviluppo dell’agricoltura, “in una terra dove la siccità incide pesantemente”, nelle condizioni di svolgere quei servizi essenziali per cui sono stati costituiti», ha aggiunto il segretario della Uila.

E alla luce di queste valutazioni, secondo lo stesso Enzo Savarino «diventa irrinunciabile perciò stabilizzare il personale e ammodernare le infrastrutture irrigue, per fornire un servizio più efficiente ed efficace a tutti gli agricoltori che hanno deciso di investire nel nostro territorio».

Per Savarino e la Uil di Caltanissetta, coordinata in provincia da Salvatore Guttilla «la forestazione, l’agricoltura, i consorzi di bonifica e il settore agroalimentare sono pilastri portanti dell’economia della nostra provincia,  per questo chiediamo con forza a chi governerà questa Regione, di dare il giusto valore ai temi  che abbiamo trattato, poiché li consideriamo vitali per il territorio di questa provincia».

Ti è piaciuto questo post?

Clicca sulle stelline per dare un voto!

Average rating 0 / 5. Vote count: 0

Vota per primo questo articolo

Condividi