Home Cronaca Anche il Vallone apre le porte al «Borghi dei tesori roots festival»,...

Anche il Vallone apre le porte al «Borghi dei tesori roots festival», Vallelunga e Sutera nel tour

471 views
0

Sutera – Anche il Vallone apre le porte al «Borghi dei tesori roots festival». È tra i quarantasei borghi siciliani che offriranno i loro tesori nascosti nei tre weekend di primavera, dal 10 al 26 maggio.

In particolare fanno parte del circuito Vallelunga e Sutera e, sempre per il Nisseno, anche Delia. Almeno in questa fase. Perché a metà settembre toccherà poi, tra gli altri, a Caltanissetta , Enna, Marsala, Messina, Trapani e Mazara del Vallo

Ai confini tra la provincia nissena e quella palermitana, Vallelunga offre la perfetta ricreazione di un’aula monarchica all’interno di quelle che un tempo ospitavano le scuole elementari del borgo. A Sutera l‘antico quartiere arabo, il Rabato, con i suoi dammusi e, durante il periodo natalizio, straordinario scenario naturale del famosissimo presepe vivente ricco di colori e profumi. L’ultima tappa nel Nisseno, almeno in questa prima triade di fine settimana, è Delia che ospita uno castello arabo e che, fiore all’occhiello, ha nel borgo Santa Rita un pane unico al mondo.

«Quello di fare del patrimonio di questi piccoli comuni la leva per invertire la rotta dello spopolamento – ha spiegato la presidente delle Vie dei Tesori, Laura Anello – è il nostro progetto più sfidante valorizzando luoghi e itinerari straordinari con il contributo dei giovani». Un’idea che passa per una sorta di corso e ricorso storico perché, ha sottolineato Anello «ci piace pensare che i discendenti degli emigrati, che rappresentano uno straordinario potenziale turistico ed economico per i luoghi d’origine, possano aiutare i giovani di oggi a non emigrare più per necessità».

Ti è piaciuto questo post?

Clicca sulle stelline per dare un voto!

Average rating 1 / 5. Vote count: 1

Vota per primo questo articolo

Condividi