Home Cronaca Assalta supermercato per fame, nisseno arrestato in Versilia

Assalta supermercato per fame, nisseno arrestato in Versilia

1.051 views
0

Caltanissetta – È puntando una pistola giocattolo alla testa di una cassiera che si è fatto consegnare l’incasso. Perché, s’è poi giustificato, avrebbe rubato per sopravvivere.

Perché la ditta per cui aveva lavorato, lì in Toscana dove s’era trasferito in casa di una conoscente, non lo aveva più pagato. Ma l’impresa, alla fine, è fallita.

Perché i carabinieri lo hanno presto acciuffato. Mentre, a piedi, tentava di scappare dal supermercato appena preso di mira.

Il rapinatore in trasferta è il quarantaduenne nisseno Paolo Michele Giannone – assistito dall’avvocato Danilo Tipo – arrestato in Versilia.

Sì, perché ha preso di mira il punto Simply market Carrefour express, in via Sarzanese, a Piano di Mommio, nel Lucchese.

In pieno giorno si è mischiato tra i clienti e quando si è avvicinato alle casse ha mostrato il vero intento. Dalla tasca ha tirato fuori un’arma.

E stringendo in pugno la pistola – solo dopo si è scoperto che fosse un giocattolo di plastica, ma privo di tappo rosso – si è fatto consegnare i soldi.

In tutto ha racimolato un migliaio di euro o poco più. Arraffati i quattrini, è scappato a piedi, cadendo pure goffamente nel tentativo di saltare la cassa.

È subito scattato l’allarme e in breve tempo una pattuglia di carabinieri è arrivata in zona. Lo hanno inseguito e preso nell’arco di poche centinaia di metri.

Poi, nel successivo interrogatorio ha spiegato di avere agito per fame. Perché la ditta per cui aveva lavorato non lo aveva più liquidato. E per sopravvivere si sarebbe abbandonato a quel gesto disperato.

Come chiesto dalla difesa – mentre l’accusa ha proposto il carcere – il rapinatore solitario ha poi beneficiato degli arresti domiciliari.

Ti è piaciuto questo post?

Clicca sulle stelline per dare un voto!

Average rating 0 / 5. Vote count: 0

Vota per primo questo articolo

Condividi