Home Cronaca Blitz «Bella vita», nel passato del presunto capo un efferato delitto

Blitz «Bella vita», nel passato del presunto capo un efferato delitto

1.199 views
0

Caltanissetta – Il capo della sospetta organizzazione era Carmelo Antonio Bontempo. Avrebbe curato il traffico di droga sempre rimanendo nell’ombra o quasi, ricorrendo a “pizzini” che poi, magari, ingoiava pure per eliminare ogni traccia.

Secondo gli inquirenti avrebbe approfittato del vuoto criminale per ritagliarsi un ruolo di primo piano in Cosa nostra. Fino ad accrescere il suo spessore oltre uno degli ultimi esponenti già al centro di più inchieste.

Ma Bontempo – che secondo gli inquirenti già da ragazzino era a disposizione delle cosche come “manovalanza” – quand’era ancora sedicenne, era già balzato alle cronache per un  cruento delitto. Era sedicenne quando a fucilate uccise, con freddezza estrema, il giovanissimo Walter Maniscalco, peraltro al momento dell’agguato bloccato sul sedile dell’auto perché aveva una  gamba ingessata.

Era il marzo del 1995 quando Bontempo, dopo una lite in discoteca, con la scusa di un chiarimento ha attirato la vittima in trappola, fissando l’appuntamento per la tarda serata nella zona isolata del cimitero Angeli-

E a bruciapelo gli ha scaricato diverse fucilate contro.

Per quel delitto, consumato con ferocia, è stato poi arrestato per omicidio. Nel 2006, beneficiando dell’indulto, ha lascito il carcere grazie alla scarcerazione anticipata.

Ma la sua libertà è durata poco. Già perché appena quattro mesi dopo è stato arrestato per un grosso carico di droga, eroina in particolare, con un altro dei coinvolti adesso nel blitz «Bella vita», Giovanni Puzzanghera.

E per questo episodio ha rimediato altri sei anni di carcere. Ed è tornato in libertà all’ultimo dell’anno del 2011. Da quel momento in poi, secondo polizia e magistrati, avrebbe gestito un traffico di droga.

Ti è piaciuto questo post?

Clicca sulle stelline per dare un voto!

Average rating 5 / 5. Vote count: 1

Vota per primo questo articolo

Please follow and like us:
Pin Share
Condividi