Home Cronaca Contagi triplicati in provincia, allo studio hub vaccinali nelle scuole

Contagi triplicati in provincia, allo studio hub vaccinali nelle scuole

872 views
0

Caltanissetta – «Nel territorio provinciale di Caltanissetta si è registrata una triplicazione dei contagi, con conseguenti oggettive difficoltà nell’azione di tracciamento dei positivi». L’analisi è del direttore sanitario dell’Asp, Marcella Santino.

È emersa tra le pieghe della riunione del tavolo in prefettura tra i sindaci e Asp per un monitoraggio sull’andamento della curva pandemica in provincia, guardando alla ripresa delle attività didattiche dopo il prolungamento della pausa natalizia disposto dalla Regione.

«Il picco è atteso tra la settimana del 24 gennaio e i primi di febbraio», è stato sottolineato dai vertici dell’Asp. Che poi, nell’analizzare la situazione contagi  «si sono triplicati tra il 3 e l’8 gennaio» è stato evidenziato  e nello stesso periodo «in aggiunta ai casi già esistenti, a Caltanissetta si sono registrati altri 1044 contagi, 2598 a Gela, 391 a Niscemi, 326 a San Cataldo, 89 a Serradifalco».

Per quanto riguarda l’Asp «si è già provveduto ad inserire tra il personale in servizio 6 biologi ma anche dentisti e farmacisti… nei prossimi giorni, peraltro, è prevista l’assunzione di altro personale di supporto, tra cui infermieri», è stato assicurato.

Riflettori puntati sulla ripresa delle attività didattiche, dopo lo stop prolungato delle festività natalizie. E in tal senso il prefetto ha ricordato che «le nuove norme per la gestione di positivi prevede degli scenari differenziati per la gestione dei positivi che si distinguono in base al grado di istruzione».

S’è levata anche la proposta di attivare nelle prossime settimane hub vaccinali nelle scuole «soprattutto in quelle che vantano numeri elevati di studenti, così da accrescere il numero di vaccinati nella fascia dei più giovani», è stato spiegato.

Ti è piaciuto questo post?

Clicca sulle stelline per dare un voto!

Average rating 3 / 5. Vote count: 2

Vota per primo questo articolo

Condividi