Home Cronaca Coronavirus: gli operatori ecologici in prima linea per garantire la pulizia

Coronavirus: gli operatori ecologici in prima linea per garantire la pulizia

993 views
0

MUSSOMELI – Gli operatori ecologici rappresentano una categoria di lavoratori a cui bisogna dire grazie. In questi giorni di assoluta emergenza, tocca a questi operatori assicurare la continuazione del servizio di ritiro e smaltimento dell’immondizia, spazzare le strade e raccogliere le foglie secche e, comunque, maneggiare i rifiuti. Un lavoro che se non fosse svolto farebbe nascere altre problematiche, per cui, se a buon diritto gli operatori della sanità, dai medici agli infermieri, sono considerati degli eroi, c’è chi si trova ad esercitare uno dei mestieri considerati più umili e meno gratificanti, lavorando 365 giorni all’anno, Natale e festività comprese, quello dell’operatore ecologico.  A questi lavoratori, quindi, è giusto dare merito perché con il loro prezioso e quotidiano lavoro tutta la comunità ne trova beneficio. Immaginate voi se per qualche giorno si fermassero incrociando le braccia. Avete presente le scene con l’immondizia accatastata nei cassonetti e strade sporche e pattume ovunque? Certamente non sarebbero scene gratificanti né per la vista né soprattutto sarebbero un toccasana per il benessere di tutti, già duramente messo alla prova dalla pandemia. Ogni giorno, gli operatori ecologici comunali sono infatti ligi al loro lavoro e, dotati dei dispositivi di protezione individuale necessari, svolgono il loro compito rastrellando le zone di competenza. Ma ovviamente anche loro vivono un clima di tensione: avendo a che fare con rifiuti non sanno se possa esserci qualcosa di infetto o meno, il loro lavoro li porta comunque a rimanere in contatto, in definitiva non possono essere sicuri di non portare il virus a casa ed infettare le proprie famiglie. Eppure continuano a lavorare, in qualunque condizione ambientale ed atmosferica, con pioggia, neve e gelo e prossimamente con il caldo pesante dei mesi estivi che rende ancora più nauseabondo l’odore dell’immondizia. Certo, non possono essere considerati eroi al pari di chi lavora negli ospedali, ma anche loro meritano un grazie da parte di tutti.

Ti è piaciuto questo post?

Clicca sulle stelline per dare un voto!

Average rating 3.8 / 5. Vote count: 23

Vota per primo questo articolo

Condividi