Home Cronaca Delitto Naro, tre condanne per rissa e favoreggiamento

Delitto Naro, tre condanne per rissa e favoreggiamento

458 views
0

San Cataldo – Condannati per rissa e favoreggiamento. È un altro processo, incentrato sull’uccisione del giovane medico sancataldese Aldo Naro, che s’è concluso. Tra la profonda commozione dei suoi familiari, con mamma Anna Maria con indosso una maglietta con la fotografia del figlio pestato fino a ucciderlo.

Le condanne sono piovute sul capo del trentunenne Antonino Basile con un anno, del buttafuori cinquantenne Francesco Troia entrambi accusati di rissa aggravata e il cinquantatreenne Massimo Barbaro, proprietario della discoteca «Goa» di Palermo, per favoreggiamento, gli ultimi due con una pena di un anno e dieci mesi a testa.

In più sono stati condannati al risarcimento dei danni in favore di Rosario Naro, Anna Maria Ferrara e Maria Chiara Naro, rispettivamente padre, madre e sorella della vittima  – assistiti dagli avvocati Antonino e Salvatore Falzone – costituiti parti civili. Dovranno pure sborsare le spese processuali.

Questo il pronunciamento emesso dal giudice di Palermo Sergio Ziino che ha accolto il teorema accusatorio sostenuto dal pubblico ministero Claudio Camilleri e dagli stessi legali di parte civile.

Peraltro gli avvocati Falzone, in precedenza, hanno chiesto la trasmissione degli atti alla procura per alcuni testi che si sono succeduti e che – per gli stessi legali di parte civile – sarebbero stati reticenti.

Secondo lo spaccato tracciato dalla procura del capoluogo isolano, i due accusati di rissa, Basile e Troia – quest’ultimo è pure sotto processo per l’omicidio Naro – avrebbero preso parte, seppur con partecipazione differente, a quell’inferno che scatenato all’interno della discoteca «Goa» la notte di San Valentino di otto anni fa.

Mentre il titolare del locale, Barbaro, sempre secondo il teorema accusatorio, non sarebbe stato esattamente trasparente su quanto quella notte sia accaduto nella sua discoteca. Avrebbe depistato le indagini dei carabinieri, finendo per favorire l’allora buttafuori abusivo minorenne che ha ucciso Naro con un violentissimo calcio alla nuca.

Ti è piaciuto questo post?

Clicca sulle stelline per dare un voto!

Average rating 0 / 5. Vote count: 0

Vota per primo questo articolo

Condividi