Home Cronaca Dirigente di medicina legale si difende: mai commesso peculato     

Dirigente di medicina legale si difende: mai commesso peculato     

469 views
0

Caltanissetta – Non  si sarebbe mai reso responsabile di peculato. Questi la tesi difensiva sostenuta da un dirigente dell’Azienda sanitaria provinciale nissena chiamato in giudizio.

A difendersi, al cospetto del tribunale, è il direttore di  medicina legale dell’Asp 2, il  sessantacinquenne Vito Claudio Maria Milisenna – difeso dagli avvocati Dino Milazzo e Sergio Monaco – accusato proprio di peculato.

«Al massimo posso aver preso soldi in nero, ma da clienti che mi hanno contattato direttamente senza passare dall’azienda sanitaria… e non ho usato attrezzatura dell’Azienda», è la sintesi della teoria difensiva avanzata dallo stesso dirigente medico.

Lui è accusato di avere effettuato prestazioni in regime di intramoenia per consulenze medico-legali che gli sarebbero state  commissionate da privati, omettendo di comunicarlo all’amministrazione dell’Asp e trattenendo per sé l’intera remunerazione dovuta per le prestazioni  che, nel concreto, sarebbero state consulenze medico-legali per procedimenti  in corso in vari tribunale siciliani.

Ti è piaciuto questo post?

Clicca sulle stelline per dare un voto!

Average rating 4.5 / 5. Vote count: 2

Vota per primo questo articolo

Aiutaci a garantire il diritto di sapere. Versa il tuo libero contributo:

Con bonifico bancario, anche online, intestato ad:  Associazione “Castello Incantato”  CODICE IBAN IT68T0897583380000000011400 (Bcc “Toniolo" - causale: donazione liberale per castelloincantato.it).

CON PAYPAL O CARTA clicca sotto

Condividi