Home Cronaca Emergenza covid, sì ad hub vaccinali nelle scuole per i bimbi

Emergenza covid, sì ad hub vaccinali nelle scuole per i bimbi

313 views
0

Caltanissetta – Tra i temi posti sul tappeto dai sindaci v’è quella legata alle  molteplici richieste all’Asp di organizzare screening tra la popolazione scolastica. È una della tematiche di cui s’è discusso al Tavolo prefettizio per l’esame delle principali criticità legate al protrarsi dell’epidemia.

È in tal senso è stato ribadito che il ministero della Salute prevede per gli studenti delle scuole superiori uno screening gratuito attraverso richiesta ai medici di famiglia

All’incontro, on-line, hanno partecipato tutti i sindaci della provincia, i vertici dell’Azienda sanitaria provinciale, il direttore dell’ufficio scolastico provinciale di Caltanissetta ed Enna, il presidente e il vice presidente della Federfama e il presidente dell’ordine dei farmacisti.

In relazione alla ripresa delle attività didattiche e alla proroga dei giorni scorsi decisa dai sindaci per la chiusura delle scuole, il prefetto «nella consapevolezza della difficoltà del momento», ha rinnovato l’invito ai sindaci «di continuare ad agire in uno spirito di reciproca e leale collaborazione, nel rigoroso rispetto delle disposizioni vigenti in materia».

Il direttore sanitario, Marcella Santino, ha poi ricostruito il quadro epidemiologico in provincia nell’ultima settimana. E ha rilevato «che negli ultimi giorni si è registrata una notevole riduzione del numero dei contagi rispetto a quelli della settimana scorsa… Rimane, invece, molto elevato – è stato evidenziato – il numero complessivo dei positivi sull’intero territorio provinciale che si attesta intorno ai dieci mila casi, rischiando di mettere in sofferenza il sistema».

Il prefetto ha poi rinnovato l’invito «a mettere in pratica la proposta già formulata nel corso dell’incontro svoltosi la scorsa settimana per la realizzazione di hub vaccinali nelle scuole per creare un sistema di immunizzazione generalizzata della popolazione per preservarla a fronte del rischio di contrarre l’infezione». Iniziativa che interesserà la fascia dei bambini di età compresa tra i 5 e i 12 anni, già a partire dalla prossima settimana.

Sotto i riflettori anche la delicata questione relativa alla gestione dei rifiuti ospedalieri di persone risultate positive al covid

Ti è piaciuto questo post?

Clicca sulle stelline per dare un voto!

Average rating 5 / 5. Vote count: 1

Vota per primo questo articolo

Condividi