Home Cronaca Festa dei carabinieri, cerimonia per i 210 anni di fondazione

Festa dei carabinieri, cerimonia per i 210 anni di fondazione

352 views
0

Caltanissetta – I carabinieri festeggiano gli oltre due secoli di storia. Per l’esattezza 210 anni dalla fondazione. Ricorrenza che cade nella giornata del 5 giugno. E lo faranno con una cerimonia militare in programma in viale Regina Margherita a partire dalle sette di sera, nel corso della quale verranno consegnati  riconoscimenti ai carabinieri che si sono distinti per il loro lavoro.

Saranno schierati anche reparti speciali come il nucleo antisofisticazione e sanità di Ragusa che opera per la salvaguardia della qualità dei servizi nella sanità, pubblica e privata e per il contrasto delle contraffazioni farmaceutiche e alimentari, il nucleo operativo ecologico di Caltanissetta a Gela impegnato a contrastare il traffico illecito di rifiuti speciali e il nucleo ispettorato del lavoro sempre di Caltanissetta che rivolge l’attenzione allo sfruttamento del lavoro. Presente anche una rappresentanza dell’organizzazione mobile con militari del dodicesimo reggimento Sicilia impegnati in servizi di ordine pubblico.

E, guardando a uno dei temi di grande attualità, la violenza di genere, è con una «rete nazionale di monitoraggio», strutturata su ufficiali di polizia giudiziaria, che i carabinieri sono un punto di riferimento in tal senso. Servizio che è curato da personale altamente specializzato formato all’istituto di tecniche investigative di Velletri «con l’obiettivo di sostenere le vittime nel loro percorso di denuncia e supportare i reparti sul territorio nello sviluppo delle indagini, anche attraverso il raccordo con la sezione atti persecutori del raggruppamento carabinieri investigazioni scientifiche per un compiuto apprezzamento dei casi».

E nella provincia nissena, in particolare , sono state allestite cinque ““stanze tutte per sé’” nate dal  2015 in poi, sull’onda di un’intesa con l’associazione Soroptimist international « con lo scopo -è stato spiegato – d’incoraggiare le vittime di violenza a rivolgersi alle forze dell’ordine, sostenendole nel delicato momento della denuncia in un luogo protetto e accogliente dove poter raccontare quanto accaduto, determinando un rapporto meno traumatico con gli investigatori».

Ti è piaciuto questo post?

Clicca sulle stelline per dare un voto!

Average rating 1 / 5. Vote count: 1

Vota per primo questo articolo

Condividi