Home Cronaca Gamba paralizzata per colpa di un vaccino, ministero condannato a risarcire dopo...

Gamba paralizzata per colpa di un vaccino, ministero condannato a risarcire dopo 48 anni

696 views
0

Ministero della salute condanna a risarcire un paziente dopo poco meno di un quarto di secolo. Quarantotto anni per l’esattezza. L’indennizzo spetterà a un quarantottenne che nell’ormai lontano 1974, all’età di sei mesi, aveva contratto la poliomielite che, alla fine, gli ha causato la totale immobilità a una gamba.  La causa, secondo quanto poi emerso, sarebbe stata la somministrazione di un vaccino, il “Sabin Opv”, poi sostituito con il “Salk Ipv”.  Il procedimento è stato aperto otto anni fa quando il paziente si è rivolto a un’associazione, conosciuta per caso, con sedi anche in Sicilia che offre assistenza e consulenza gratuita agli epatopatici e ai malati danneggiati. Due anni addietro il tribunale ha riconosciuto «il nesso di causazione» tra la patologia a cui è andato incontro e la somministrazione del vaccino come «risulta già accertato dalla commissione medico-ospedaliera» che lo aveva sottoposto a visita. Tra le pieghe del verdetto è stato pure evidenziato che nel lontano 1974 non si conoscevano casi di poliomielite paralitica associati al quel tipo di vaccino, il Sabin. È solo a cavallo tra la fine degli anni novanta e i primissimi del duemila che i primi casi sono stati ufficializzati dallo stesso ministero della Salute, così da sostituire quel vaccino. E adesso la corte d’Appello, chiudendo la porta in faccia al ministero che aveva considerato tardiva la richiesta, ha condannato lo stesso dicastero a indennizzare l’ammalato passando per ricalcolo anche di una indennità pensionistica e rivalutazione.

Ti è piaciuto questo post?

Clicca sulle stelline per dare un voto!

Average rating 0 / 5. Vote count: 0

Vota per primo questo articolo

Condividi