Home Cronaca Gli enormi baffi di Gero Noto non sorrideranno più alla gente, a...

Gli enormi baffi di Gero Noto non sorrideranno più alla gente, a 54 anni se ne va il gigante dell’altruismo

9.789 views
0

Mussomeli – In punto di morte era in ansia per le condizioni di salute della madre.  Gero Noto, scomparso ieri a 54 anni, era  questo. Un colossale servitore della famiglia che giganteggiava per altruismo. La natura gli aveva donato una grande forza espressa in tutte le sue declinazioni, sempre al servizio del bene. Un vigore fisico in primis che, durante i lunghi anni in cui ha lavorato nel trasporto carne, gli ha consentito di alzare e movimentare pesi inverosimili. Riusciva a sollevare un quarto di bue come se stesse maneggiando una piuma. Poi c’era la forza interiore, meno vistosa ma più sviluppata, che gli ha permesso di sopportare gli innumerevoli e dolorosissimi colpi bassi sferrati da un destino che gli si è accanito contro. Lavorava al comune di Mussomeli dove era amato e apprezzato da tutti i colleghi per il suo carattere bonario e conciliante, oltre che per lo spiccato ingegno e l’abilità sul lavoro, insuperabile nel riparare qualunque mezzo e utensile meccanico.  Un talento affinato negli anni trascorsi in officina dove aveva mostrato una infallibile capacità di diagnosi: non c’era decespugliatore, motosega o altre arenese meccanico che non riuscisse a mettere in funzione.  Gero Noto era, soprattutto, un convinto e devoto cultore degli affetti autentici e intimi. Ha compreso e onorato il ruolo di figlio, fratello, marito, padre, zio e amico, senza mai un tentennamento o un calcolo. Ho approfondito e appurato la sua amicizia in una circostanza drammatica: la scomparsa del figlio Michele. Tragedia affrontata con una dignità che non ha eguali, senza mai sentenziare o indulgere alla meschineria e alla mistificazione. Oggi  incredulo, reputo incomprensibile l’accadimento che un minuscolo, insignificante e odioso corpuscolo abbia avuto la meglio su un gigante di umanità ed empatia. L’infinitamente piccolo mi ha sottratto un preziosissimo amico dalla bontà d’animo sterminata, sempre provato ma mai abbrutito dal dolore. Nelle quotidiane e lunghe chiacchierate, qualunque argomento affrontassimo, finiva sempre per parlare dei suoi adorati riferimenti: la moglie, la figlia  Federica e la mamma, in aggiunta, spesso, tirava in causa  uno dei numerosissimi parenti e amici.  Ieri, per una perfida coincidenza ricorreva  il compleanno della figlia e, nonostante si fosse aggravato, l’affetto paterno ha primeggiato su tutto, espresso dal  rammarico  di Gero per non aver potuto festeggiare Federica. Aveva una dote rara: la capacità di ascolto,  delle persone così come del suo cuore enorme e d’oro. Mai una parola fuori posto, mai un giudizio sugli altri, era sempre pronto a comprendere e a focalizzarsi sul bene del prossimo. Non si tirava indietro ogni volta che c’era bisogno di dare una mano a chiunque. Sono testimone che è stato protagonista di slanci di generosità e ha compiuto gesti di rara carità. Per questa naturale propensione alla filantropia, a Mussomeli conosceva tutti ed era conosciuto e voluto bene da tutti. Lascia la moglie, signora Franca, la figlia Federica, la mamma, signora Maria, il genero Luca e una pletora di familiari e amici, addolorati perché il dolce sorriso di Gero, sormontato da quegli enormi baffi, smetterà di illuminarci. Il funerale verrà celebrato lunedì, 13 dicembre 2021, alle ore 15,30 presso il santuario della Madonna dei Miracoli di Mussomeli.

«Felicior Augusto, melior Traiano». Amico carissimo, buon viaggio! 

Appresa la tristissima  notizia,   a nome mio personale e della redazione di castelloincantato.it con la quale Gero ha più volte collaborato,  rinnovo  ai familiari tutti  le espressioni del più sincero cordoglio. Un pensiero particolare lo rivolgo a Federica, Luca, la signora Franca ed Enza con i quali ho condiviso in questi giorni ansia, preoccupazione  e, ora, il dolore per la scomparsa di una persona che è stata, fino alla fine, costante esempio di lealtà e correttezza. 

Alberto.

Ti è piaciuto questo post?

Clicca sulle stelline per dare un voto!

Average rating 4.1 / 5. Vote count: 15

Vota per primo questo articolo

Condividi