Home Cronaca Il sogno dello storico confrate Sebastiano Morreale si realizza: i familiari donano...

Il sogno dello storico confrate Sebastiano Morreale si realizza: i familiari donano un crocifisso. Le Foto

714 views
0

Mussomeli – Prima domenica di Quaresima all’oratorio del S.S. Sacramento, si inizia il percorso quaresimale domenicale col “rito delle cadute”.

Non solo confratelli e consorelle ma anche tanti fedeli che domenica scorsa hanno partecipato al “momento di catechesi” insieme all’Arciconfraternita del S.S. Sacramento alla Madrice. Un rito molto sentito ma anche molto “intimo” che si svolge all’interno dell’oratorio, dove sono custodite le sacre sculture della settimana santa assieme ad importanti reliquie e atti testamentari.

Luogo sacro per tutti i confrati -il cui abitino in velluto rosso ricorda il sangue del Cristo- che tuttavia, per l’occasione, si apre ai fedeli. Tanti appunto, come abbiamo già detto, desiderosi di festeggiare la prima “vera” Pasqua dopo due lunghi -lunghissimi- anni. Perchè -e anche in questo caso dobbiamo ripeterci!- la fede è anche rito e ritualità. Tutto ciò che rende il “sacro” tale. Se è vero -com’è vero- che “il rito è il sostrato fertile da cui ha origine e si sviluppa la religione”.

E ancor più importante ed “eccezionale” è stata la prima domenica di Quaresima di questo non poco infausto 2023 che di condividerla col “popolo”… loro… gli eredi della confraternita più antica del “paese delle confraternite” sono stati a dir poco felici.

Il Crocifisso, di delicata fattura,  donato dalla storica e devota famiglia Morreale è stato un gesto di rara ed apprezzata generosità. Un desiderio di Sebastiano Morreale, indimenticato e stimatissimo confrate,  che i figli hanno voluto realizzare, mantenendo fede alla sua memoria. Alla presenza della famiglia, il cappellano, padre Achille ha benedetto il Crocifisso, in legno e resina, che è andato a sostituire uno più antico e un pò più “scomodo”.

Tra nuovi arrivi e grandi ritorni, alla presenza di circa settanta confrati e dei lamentatori si è inaugurato il rito delle genuflessioni di cui unici detentori a Mussomeli sono appunto i confrati dell’Arciconfraternita del S.S. Sacramento. Non è mancata comunque la presenza di confrati appartenenti ad altre realtà confraternali.

Le foto di Tanino  Romito

Ti è piaciuto questo post?

Clicca sulle stelline per dare un voto!

Average rating 1 / 5. Vote count: 1

Vota per primo questo articolo

Condividi