Home Cronaca Irregolarità in una Rsa, «i fatti sono prescritti» 

Irregolarità in una Rsa, «i fatti sono prescritti» 

269 views
0

Caltanissetta – È trascorso troppo tempo perché la giustizia possa fare il suo corso sulle presunte irregolarità che ruoterebbero attorno alla nascita di una Rsa di Gela.

Inchiesta che in questo troncone – non il solo in piedi per questa vicenda giudiziaria – ha trascinato in giudizio tredici imputati, a cominciare dai vertici della stessa residenza sanitaria assistita, così come funzionari comunali e dell’Asp.

E tanto la stessa azienda sanitaria provinciale, quanto il Comune, sono stati ammessi nel giudizio nelle veste di parti civili.

Ma alla fine la quasi totalità delle contestazioni – eccezion fatta per presunti episodi corruttivi – sarebbero ormai cadute in prescrizione, così da dover passare dal non luogo a procedere.

Le irregolarità sarebbero state legate alla riconversione di un ex albergo nella zona di Caposoprano in struttura socio-sanitaria dedicata ad anziani non autosufficienti.

Un presunto giro di compiacenze avrebbe aperto le porte alla presunta rispondenza della situazione – al momento della sanatoria edilizia – perché la struttura entrasse nel novero delle residenze sanitarie assistite inserite negli elenchi della regione siciliana.

Ti è piaciuto questo post?

Clicca sulle stelline per dare un voto!

Average rating 5 / 5. Vote count: 1

Vota per primo questo articolo

Condividi