Home Cronaca L’ex sindaco di Marianopoli Vaccaro: “Su di me cattiverie e imprecisioni, ho...

L’ex sindaco di Marianopoli Vaccaro: “Su di me cattiverie e imprecisioni, ho la sensazione di essere vittima di una persecuzione “

2.607 views
0

Marianopoli – L’ex sindaco di Marianopoli offre delle precisazioni ne processo penale che lo vede coinvolto e per farlo si affida una nota. Scrive Calogero Vaccaro: “Ritengo il diritto di cronaca legittimo anche se a volte si rende necessario fare qualche precisazione ed integrazione su quanto viene pubblicato e ciò per non svilire la notizia stessa e renderla meno distante possibile dalla realtà dei fatti che si narrano. Ho letto degli articoli di questi giorni che riguardano un processo a mio carico iniziato il 6 Novembre davanti al Giudice monocratico di Caltanissetta Dott.ssa Manuela Carrabbotta e ritengo necessario puntualizzare qualche dettaglio, anche se resto convinto che non si accusa e non ci si difende sulle pagine di giornale, bensì nei Tribunali. Può sembrare di poco conto ma la diffamazione a cui si fa riferimento, al di la di ogni considerazione, non è ancora definitiva e riguarda un comizio del 28.7.2013 e non riguarda assolutamente la diffusione di un filmato intitolato “E venne il giorno della civetta…Capo M. (Il coraggio di denunciare)”. Inoltre – prosegue il politico – il capo di imputazione è di “tentata estorsione” e non di estorsione e in esso non si indica un particolare stratagemma messo in atto tramite il sacerdote Bernardo Briganti e ciò può dirlo, in coscienza, lo stesso Sac. Briganti poiché l’incontro con lo stesso è stato del tutto casuale. La tesi accusatoria, che attraverso il sacerdote, sarebbe stato comunicato, di avere raccolto informazioni relative ad abusi commessi dalle parti offese e che sarebbero stati resi noti nel caso in cui gli stessi avessero presentato ricorso nei miei confronti dinnanzi al Tribunale civile è inverosimile. I fatti che mi si attribuiscono, non sono assolutamente corrispondenti alla realtà. Quando ho saputo e letto gli atti delle indagini e visto le accuse che mi si muovono – racconta l’ex primo cittadino di Marianopoli – , sono rimasto sconvolto ed incredulo per le assurdità e le cattiverie del tutto gratuite che mi si attribuiscono, mi auguro che siano solo frutto di fraintesi e cattive interpretazioni e pertanto facilmente chiaribili nel corso del processo ed anche perché diverse sono le riserve sulla bontà del materiale probatorio raccolto in sede di indagini. In questi ultimi anni ho subito diversi attacchi anche giudiziari attraverso esposti anche anonimi e, per tutto quello che capita a me e a chi mi sta vicino, ho la sensazione di essere vittima di una vera e propria persecuzione personale. Nonostante tutto – conclude Vaccaro -, non per affermazione di rito, ma per vera convinzione non ho mai smesso e non smetterò mai di credere nella giustizia che ritengo l’unico ed assoluto mezzo per far valere le proprie ragioni”.

Ti è piaciuto questo post?

Clicca sulle stelline per dare un voto!

Average rating 3.6 / 5. Vote count: 10

Vota per primo questo articolo

Condividi