Home Cronaca Lo uccise con una coltellata, giovane finisce alla sbarra

Lo uccise con una coltellata, giovane finisce alla sbarra

1.252 views
0

È  di omicidio che dovrà rispondere. È stato rinviato a giudizio perché accusato di avere sferrato una coltellata mortale durante una rissa. Alla sbarra andrà il ventitreenne nisseno Kevin Fiore – assistito dall’avvocato Calogero Buscarino – accusato del delitto dell’operaio cinquantunenne Marcello Tortorici. In un’udienza preliminare segnata da tensioni ai aula nel momento in cui, la difesa, ha tracciato uno scenario dell’accaduto indicandolo come legittima difesa. Così da suscitare l’irritazione dei familiari della vittima.   In via preliminare, infatti, la difesa ha dapprima chiesto il giudizio con rito abbreviato – a cui si sono opposti pm e parti civili – non concesso dal giudice. E, successivamente «il non luogo a procedere per legittima difesa». E alla fine il gup Santi Bologna, accogliendo le richieste del pm Massimo Trifirò e dei legali di parte civile, ha disposto il rinvio a giudizio dle ragazzo che sarà processato dalla corte d’Assise di Caltanissetta per omicidio aggravato dai futili motivi, oltre che di rissa, lesioni e porto di coltello.

Nei suoi confronti saranno parti civili la madre, i fratelli, le sorelle, nipoti e pure una cognata, nove in tutto – assistiti dagli avvocati Mariangela Randazzo, Ernesto Brivido, Davide Schillaci, Manuela Mica e Giuliana Di Prima  – ammessi dal gup.

Il delitto s’è consumato la sera del 25 novembre dello scorso anno durante una rissa tra due gruppetti contrapposti, scoppiata per precedenti contrasti tra lo stesso Fiore e un altro ragazzo che aveva avanzato apprezzamenti nei confronti della sua fidanzata.

E alla fine quella sorta di chiarimento è sfociata in rissa finita nel sangue. Con Fiore che alla fine ha sferrato quel fendente che ha raggiunto Tortorici al collo, uccidendolo in brevissimo tempo.

Ti è piaciuto questo post?

Clicca sulle stelline per dare un voto!

Average rating 4.5 / 5. Vote count: 2

Vota per primo questo articolo

Condividi