Home Politica Marianopoli, l’opposizione: “Fermi i lavori di adeguamento sismico della scuola Giovanni XXIII”

Marianopoli, l’opposizione: “Fermi i lavori di adeguamento sismico della scuola Giovanni XXIII”

291 views
0

Marianopoli –  “Ancora non iniziano i Lavori di manutenzione straordinaria attraverso l’adeguamento sismico della scuola Giovanni XXIII di Marianopoli “. Lo affermano  i consiglieri Comunali Grazia Noto, Calogero Casucci e Calogero Vaccaro, in un comunicato in cui si legge: “ai fini dell’esercizio della funzione di controllo politico con una nota dello scorso 12
dicembre, abbiamo chiesto  in merito atti e informazioni all’Assessore ai Lavori Pubblici Francesco Baldi, al Responsabile del Settore Tecnico Francesco Montagna ed al Responsabile del
Procedimento per l’esecuzione dei Lavori Antonino Panzica. Nella nota dei suddetti Consiglieri- proseguono –  del gruppo di opposizione ‘Forza Democratica Marianopoli’, si legge: che i lavori di manutenzione straordinaria attraverso l’;adeguamento sismico della scuola Giovanni XXIII sono stati aggiudicati oltre un anno fa, con DRS n. 228 del 08.11.2021, all’impresa
S.C.S. Costruzioni Edili s.r.l., con sede legale in Maletto (CT); che in conseguenza di ciò sono state trasferite in altri edifici, già dall’inizio dell’anno scolastico in corso, tutte le attività didattiche dell’istituto comprensivo Giovanni XXIII di Marianopoli (scuola materna, scuola dell’infanzia e scuola media); che il suddetto trasferimento e lo svolgimento delle attività didattiche in altri edifici, arrangiati allo scopo, oltre ad aver comportato spese per il Comune, comporta grave disagio per gli alunni, per il corpo docente e per i genitori degli alunni; che i suddetti lavori, a tutt’oggi, non sono stati ancora iniziati e che il perdurare della situazione rappresentata comporta per l’Ente e per la collettività di codesto Comune grave disaggio ed eventuale danno. Allo scopo di avere contezza dello stato dell’arte è stato chiesto dai consiglieri Grazia Noto, Casucci e Vaccaro ai suddetti Organi comunali, per quanto di rispettiva competenza, ai sensi dell’art. 43 del Dlgs. n.267 del 2000 e s.m.i. e dell’art. 29 e 30 del Regolamento del Consiglio Comunale di conoscere: se è stato stipulato il contratto di affidamento dei lavori di che trattasi e se sono stati consegnati i detti lavori all’impresa esecutrice ed in caso contrario per quali motivi non vi si è provveduto essendovi anche, in tal senso, termini di legge da rispettare. Inoltre sono stati richiesti il rilascio, se ed in quanto esistenti, dei seguenti atti e provvedimenti amministrativi: copia contratto di appalto dei lavori; copia del verbale di consegna dei lavori; copia della relazione tecnica del progetto dei lavori; copia del provvedimento di nomina del R.U.P.; copia del provvedimento di nomina della D.L. e copia del provvedimento di nomina del Responsabile della Sicurezza. Infine la suddetta richiesta è stata trasmessa anche al Presidente del Consiglio Comunale Dott.sa Maria Luisa Calabrese al fine di adoperarsi, ai sensi dell’art.5 del Regolamento del Consiglio Comunale per l’attuazione di ogni iniziativa utile per consentire ai Consiglieri l'acquisizione degli atti richiesti ai
fini del regolare espletamento del mandato”.

Ti è piaciuto questo post?

Clicca sulle stelline per dare un voto!

Average rating 0 / 5. Vote count: 0

Vota per primo questo articolo

Condividi