Home Cronaca Musica e solidarietà per la prima delle tre Notti Bianche a Mussomeli...

Musica e solidarietà per la prima delle tre Notti Bianche a Mussomeli (foto e articolo di Giuseppe Canalella)

1.163 views
0

(di Giuseppe Canalella) Mussomeli  – Durante la prima delle notti Bianche a Mussomeli si è svolta. ieri,  l’esibizione di una band musicale siciliana che nel teatro S. Genco ha cantato i brani più famosi dei Pooh. Il concerto è stato caratterizzato dalla possibilità di fare solidarietà e raccogliere soldi a favore di Telethon, la nota fondazione che ormai da tempo si occupa del reperimento di fondi utili per le persone affette da distrofia muscolare o bisognose di aiuti umanitari. Sotto un cielo stellato d’inizio Settembre, la band ha riproposto le canzoni dei Pooh più amate dal pubblico italiano: la vocalità e la bravura dei musicisti hanno deliziato il pubblico mussomelese. La serata è stata preceduta dalla donazione di un attestato di riconoscimento alle autorità politiche di Mussomeli che si sono prodigate circa l’organizzazione delle tre serate dedicate alle notti bianche e alla disponibilità di consentire a Telethon di raccogliere dei soldi da destinare alle persone fragili e disagiate (Il tema della serata è stata la festa del dono della solidarietà promossa anche dall’operato della Fratres di Mussomeli). Nonostante i problemi dovuti all’attuale emergenza sanitaria, si è registrata un’apprezzabile presenza di un pubblico che ha ascoltato con gradimento le più belle canzoni scritte dai Pooh, una delle band entrata a far parte della storia della musica italiana. I concertisti hanno così intrattenuto il pubblico di Mussomeli nel corso di una piacevole serata che ci ha testimoniato quanto la musica sia davvero un linguaggio universale in grado di far breccia nel cuore delle persone. Ricordando una nota canzone dei Pooh dal titolo “Chi fermerà la musica”, possiamo dire che l’attuale pandemia abbia ostacolato la vena artistica dei cantanti del nostro paese, ma ieri sera c’è stata tutta la voglia di dimostrare che niente potrà arrestare il piacere dell’ascolto musicale e che occorre perseguire l’obiettivo di realizzare un futuro prospero per noi e le generazioni seguenti. Proprio il noto batterista dei Pooh, Stefano d’Orazio, ha perso tragicamente la vita a causa del covid-19, lasciandoci un valido esempio di vita consacrata all’arte e allo spirito di gruppo manifestato per il suo gruppo musicale. La bella serata trascorsa all’insegna della musica e della solidarietà c’induce ad andare avanti dritti per la nostra strada ricordando che “alla nostra vita non deve mancare il coraggio di alzarsi in volo” (Frase tratta dalla canzone Stai con me dei Pooh).

La galleria fotografica

Ti è piaciuto questo post?

Clicca sulle stelline per dare un voto!

Average rating 3.3 / 5. Vote count: 10

Vota per primo questo articolo

Condividi