Home Cronaca Mussomeli, Slow Food e Agriturist Sicilia insieme per l’agroalimentare locale. Protocollo d’Intesa...

Mussomeli, Slow Food e Agriturist Sicilia insieme per l’agroalimentare locale. Protocollo d’Intesa col Comune

965 views
0

Mussomeli – Sostenere la filiera agroalimentare legata al territorio e promuovere lo sviluppo economico dei produttori siciliani. Questo lo scopo del progetto che ieri ha portato alla firma dei due Protocollo d’Intesa: l’Associazione Regionale Agriturist Sicilia, nella persona del suo Presidente pro-tempore, dott. Giuseppe Strano e Slow Food Sicilia, nella persona del suo portavoce e legale rappresentante Fabio di Francesco; Slow Food Condotta di Caltanissetta, nella persona del Fiduciario, Diego Pletto e Comune di Mussomeli, nella persona del sindaco Giuseppe Sebastiano Catania. L’incontro si è tenuto a Mussomeli presso il noto agriturismo locale “Monticelli” dell’imprenditore Tanino Nola. Presenti i già citati Giuseppe Strano, Fabio Di Francesco e Diego Pletto, il sindaco Catania e una rappresentanza dell’Amministrazione Comunale, il Presidente del Consiglio Gianluca Nigrelli e l’assessore alle Attività produttive Michele Spoto. Presente, fra gli altri, anche il direttore dell’Ispettorato Provinciale dell’Agricoltura dott. Giuseppe Calafiore. L’Associazione Nazionale per l’Agriturismo, l’Ambiente e il Territorio, AGRITURIST SLOW nata da Confagricoltura Nazionale, nonchè la prima associazione di agriturismo in Italia, promuove e tutela l’agriturismo, i prodotti nazionali dell’enogastronomia regionale, l’ambiente, il paesaggio e la cultura rurale. SLOW FOOD SICILIA, il movimento per il cibo in Sicilia. L’unità di intenti delle due associazioni ha portato a dare vita e voce ad un progetto condiviso che coinvolge, al suo interno, gli agriturismo disposti ad aderire all’iniziativa e che prevede la messa in atto di alcuni principi cardine: l’utilizzo dei propri prodotti agricoli nel rispetto della biodiversità e dei concetti di “buono, pulito, giusto, sano” per i quali il prodotto non solo deve essere di qualità ma deve anche rispettare l’ambiente in cui viene prodotto determinando altresì un’adeguata retribuzione per i produttori. Fatto, questo, particolarmente importante se si considera che la scarsa remunerazione, unita alla pesantezza del lavoro, è stata la principale causa di abbandono del settore agricolo da parte di giovani e non solo. Una partnership d’avanguardia per un turismo sostenibile. In seconda battuta è stato firmato il Protocollo col Comune di Mussomeli secondo il quale si identifica in Slow Food Caltanissetta il partner per un progetto di valorizzazione del territorio, con particolare rilievo alle attività culturali, agricole, artigianali, turistiche realizzandole tramite il cibo. Un progetto che guarda anche ai giovani, quindi alle scuole agrarie, di cui era presente una rappresentanza insieme al dirigente Maggio. “Che la pandemia e il periodo postpandemico diventino motivo di geniali opportunità. Il periodo del lockdown ha fatto riscoprire i borghi non solo ai propri abitanti ma a quanti -e sono sempre di più- hanno avvertito l’esigenza di rifugiarsi in un microcosmo a misura d’uomo. Valorizziamo al massimo le nostre potenzialità con lavoro di sinergia fra tutte le fasi della catena”. Così il sindaco Catania che peraltro auspica alla costituzione di un atto normativo da parte della Regione Siciliana e annuncia l’istituzione di un ufficio per la promozione turistica attivo al primo piano del Palazzo Municipale. A conclusione un pranzo “a tema” con prelibati  prodotti  tipici, di filiera corta  e provenienti dall’ entroterra nissena ha deliziato i presenti che hanno apprezzato i piatti, sapientemente preparati, dall’Agriturismo Monticelli, eccellenza mussomelese della ristorazione e accoglienza.

Ti è piaciuto questo post?

Clicca sulle stelline per dare un voto!

Average rating 3.2 / 5. Vote count: 6

Vota per primo questo articolo

Condividi