Home Cronaca Niente segnale Rai in larga parte di Mussomeli. Ipotesi class action

Niente segnale Rai in larga parte di Mussomeli. Ipotesi class action

2.409 views
0

Mussomeli – Al canone non si sfugge, anche se a sfuggire è il segnale. Da qualche anno gli abbonati di Mussomeli ravvisano disagi relativamente ai canali della tv di Stato. “Da quando si sono vendute le frequenze per fare cassa, i programmi non si vedono più, forse perchè i trasmettitori non sono più adatti alle frequenze”, questa la denuncia social di Calogero Amico, mussomelese, che avrebbe messo in conto pure la denuncia alla RAI. Un problema di natura tecnica che, nonostante le rassicurazioni, da parte degli organi preposti, alla risoluzione del problema, tuttavia al momento non ha ancora prodotto alcun risultato concreto. Tutto pare avere avuto inizio con il famigerato switch off, la transizione alla televisione digitale avviata nel 2012. Da allora una serie di modifiche che dovevano migliorare il servizio, ha finito per peggiorarlo o addirittura, come in questo caso, oscurarlo per chi dovrebbe ricevere il segnale da monte Lauro. Così da troppo tempo  tantissimi abbonati mussomelesi sono orfani di mamma Rai. Mentre si imputa la responsabilità del disagio all’ammodernamento dei sistemi, la tanto venerata e nel contempo demonizzata tecnologia, sembrerebbe avere disatteso tutte le aspettative. A fronte di tanti investimenti da parte degli utenti sia sulla strumentazione che sull’assistenza. Oltre il danno la beffa! Un problema che invero sarebbe più di natura tecnica che tecnologia, “a monte” (Lauro) quasi poichè sarebbe legato al ripetitore dell’altura siracusana, mentre la problematica non sussiste per chi invece riceve il segnale da Monte Cammarata. Ad essere maggiormente penalizzati i sostenitori del telecomando a dispetto delle nuove frontiere del taouh, vedi streaming e affini. Una questione calda che alla vigilia del must degli eventi RAI, il festival di Sanremo su tutti,  avrebbe indotto i tanti utenti di Mamma RAI a richiedere un risarcimento danni. Inoltre non pochi vanno oltre, sostenendo che il mancato servizio essenziale potrebbe essere fatto valere da tutti gli “abbonati” gabbati attraverso  una class action

Ti è piaciuto questo post?

Clicca sulle stelline per dare un voto!

Average rating 3.4 / 5. Vote count: 8

Vota per primo questo articolo

Condividi