Home Cronaca «Niente sprechi di alimenti», protocollo tra Cri e panificatori:  non solo l’invenduto...

«Niente sprechi di alimenti», protocollo tra Cri e panificatori:  non solo l’invenduto andrà ai bisognosi

257 views
0

Caltanissetta – Diminuire lo spreco alimentare recuperando e donando le eccedenze alimentari o alimenti che i panificatori possono donare alla Croce Rossa Italiana di Caltanissetta.

È in questa direzione che viaggia il protocollo d’intesa firmato dalla stessa Cri e l’associazione unione panificatori nisseni per attività socio-assistenziali.

Nel concreto, grazie a questa intesa, la Croce rossa utilizzerà i prodotti alimentari per la realizzazione di pasti alimentari da distribuire, gratuitamente, alle persone e alle famiglie bisognose individuate dallo stesso ente o su segnalazione dei servizi sociali dei comuni convenzionati.

Il protocollo d’intesa favorirà le politiche ambientali e di riciclo attuate dalla policy della Croce rossa italiana. Sì, perché grazie alle donazioni si ridurranno, in proporzione, i quantitativi di rifiuti prodotti e, di conseguenza, i costi economici, sociali ed ambientali di smaltimento. Da qui meccanismi premiali, tra cui la riduzione della tariffa comunale sui rifiuti, come previsto dal regolamento Tari a favore degli operatori economici che donano le proprie eccedenze, piuttosto che gettarle, così «da diffondere la cultura dell’importanza di ridurre lo spreco alimentare e la donazione di beni ed infine realizzare e diffondere campagne di comunicazione e informazione sull’importanza della riduzione dello spreco alimentare», è stato spiegato.

E guardando all’intesa siglata il presidente della Cri, Nicolò Piave, ha spiegato che «nasce dall’esigenza di poter aiutare il maggior numero possibile di famiglie fragili del territorio. Abbiamo riscontrato la massima disponibilità possibile da parte dell’associazione unione panificatori nisseni nella donazione di alimenti pronti e cucinati e nella consegna di cibi invenduti della giornata, il presidente Amico si augura altresì che le attività vengano estese anche ad altre categorie di esercizi commerciali che possano aiutare sempre di più le famiglie in difficoltà».

Le attività saranno coordinate dalla referente dell’unità mobile di assistenza ai fragili Valentina Mistretta in accordo con gli uffici dell’inclusione sociale della Croce Rossa nissena.

«Un grande lavoro di coordinamento tra le varie strutture assistenziali della Croce Rossa – ha aggiunto il presidente – che vedono nei panifici nisseni un validissimo aiuto nel reperimento di alimenti pronti da poter distribuire ad anziani soli, persone in condizione di fragilità… tutto questo sarà inserito nel portale delle best practices della Croce Rossa Italiana, affinché possano essere ripetute da altri comitati Cri in Italia, perché l’esperienza nissena possa essere da modello per altri», ha concluso.

Ti è piaciuto questo post?

Clicca sulle stelline per dare un voto!

Average rating 0 / 5. Vote count: 0

Vota per primo questo articolo

Condividi