Home Cronaca Per non dimenticare, eventi a 31 anni dalla strage di Capaci

Per non dimenticare, eventi a 31 anni dalla strage di Capaci

404 views
0

Caltanissetta – Per non dimenticare. Oggi ricorre il trentunesimo anniversario della strage di Capaci. Erano le 17.58 del 23 maggio del 1992 quando, una carica di oltre quattro quintali di tritolo ha sventrato decine e decine di metri di autostrada proprio nell’istante del passaggio dell’auto guidata dal giudice Giovanni Falcone, con accanto la moglie, Francesca Morvillo, e le altre due Croma con gli agenti di scorta a bordo.

A saltare in aria, per un improvviso rallentamento dell’auto guidata da falcone, è stata l’auto che lo precedeva con a bordo gli Vito Schifani, Antonio Montinaro e Rocco Dicillo, morti all’istante in quell’inferno provocato dall’esplosivo.

Il giudice Falcone e la moglie sono morti durante il trasporto in ospedale per la gravità delle ferite riportate. Mentre sono riusciti a salvarsi i tre agenti di scorta che li seguivano da dietro, Paolo Capuzza, Gaspare Cervello e Angelo Corbo e l’autista giudiziario Giuseppe Costanza che sedeva in auto con falcone e la moglie ma nel sedile posteriore.

E anche i vertici della questura in queste ore hanno voluto rinverdire la memoria. «Ognuno di noi – è stato scritto in un messaggio ufficiale-  ricorda perfettamente quel tragico giorno, quando in tv scorrevano le sconvolgenti immagini della strage, con la strada devastata da una bomba mafiosa e le lamiere delle auto irriconoscibili… Ma la mafia non fece bene i suoi calcoli, pensava di cancellarli per sempre e invece, insieme agli altri caduti, oggi loro sono il simbolo della legalità. Anche i bambini riconoscono i loro volti e oggi, come ogni anno, su tutto il territorio nazionale si svolgeranno una serie di eventi #pernondimenticare il sacrificio di quelle donne e quegli uomini».

E tra gli eventi in programma nel pomeriggio, al Palazzo Moncada di Caltanissetta, è in programma l’appuntamento «L’anno zero dell’antimafia sociale. L’etica della responsabilità nel contrasto alla mafia a 31 anni dalla strage di Capaci». Previsti gli interventi del sindaco Roberto Gambino, del giudice Valentina Balbo, del giudice Santi Bologna presidente della sezione nissena dell’associazione magistrati, mentre si soffermeranno più approfonditamente sul tema al centro dell’evento, il procuratore di Caltanissetta, Salvatore De Luca il magistrato Ottavio Sferlazza, l’avvocatessa Adriana Laudani presidente dell’associazione «memoria e futuro», mentre le conclusioni saranno affidate al presidente della corte d’Appello di Caltanissetta, Sandra Vagliasindi.

Ti è piaciuto questo post?

Clicca sulle stelline per dare un voto!

Average rating 0 / 5. Vote count: 0

Vota per primo questo articolo

Condividi