Home Cronaca Rischio idrogeologico, piano delle prefettura per prevenire frane e alluvioni  

Rischio idrogeologico, piano delle prefettura per prevenire frane e alluvioni  

760 views
0

Caltanissetta – Fronteggiare il rischio idrogeologico. Questo è l’imperativo. Prevedere, prevenire e fronteggiare eventuali situazioni di emergenza legate a fenomeni di frana e alluvione durante la stagione autunnale in corso.

Sono le priorità dettate dalla prefettura di Caltanissetta con l’esigenza di «accelerare la predisposizione dei piani anche attraverso la formazione di piani speditivi che focalizzino l’attenzione sui comportamenti individuali e collettivi da tenere in emergenza».

Alla luce delle stagioni autunnale e invernale «sempre più caratterizzate da improvvise e intense precipitazioni piovose e temporalesche che elevano l’esposizione al rischio alluvioni e connessi fenomeni franosi di un territorio fragile come quello nisseno», è stato spiegato il tavolo ha inteso offrire un sostegno ai Comuni per  individuare semplici ed efficaci linee di intervento, che siano convenienti a prevenire e contenere i rischi legati alle emergenze idrogeologiche.

È stato esortato un modello che guarda a di forme di gestione delle emergenze basate sulla sinergia istituzionale. «L’obiettivo prefissato è quello di stimolare, anche attraverso l’intensificazione e l’accelerazione della circolarità informativa durante le emergenze, forme di cooperazione rafforzata, soprattutto tra i comuni territorialmente confinanti, supportate dalla regia della prefettura», è stato ribadito.

Così come, durante la riunione tecnica «si è rimarcata l’esigenza di assicurare la più ampia diffusione, nei confronti di tutta la cittadinanza, di informazioni chiare e sintetiche sulle condotte da mettere in atto in caso di rischio idraulico e di garantire un’immediata e larga accessibilità alle stesse, anche tramite l’accesso, nei siti istituzionali, a sezioni dedicate alle cosiddette buone pratiche, concorrendo, così, anche ad avviare positivi percorsi di educazione alla protezione civile».

Queste le indicazioni giunte e, alla fine, il prefetto Chiara Armenia ha invitato i sindaci a fare eseguire subito la pulizia degli alvei dei torrenti e la manutenzione degli argini per evitare il pericolo di straripamenti. Raccomandata anche la pulizia di tombini, caditoie e cunette lungo le strade degli abitati. «La prevenzione – è stato rimarcato – è lo e strumento strategico nel sistema di protezione civile».

Ti è piaciuto questo post?

Clicca sulle stelline per dare un voto!

Average rating 3.8 / 5. Vote count: 4

Vota per primo questo articolo

Condividi