Home Cronaca Sanità nissena è scontro tra Peppe Di Cristina e Annalisa Petitto(PD) e...

Sanità nissena è scontro tra Peppe Di Cristina e Annalisa Petitto(PD) e Michele Mancuso (FI)

789 views
0

Caltanissetta –  E’ scontro, quasi guerra aperta, sulla sanità nissena  tra gli esponenti provinciali del PD nisseno -Peppe Di Cristina e Annalisa Petitto- e il deputato regionale di Forza Italia, Michele Mancuso.Il lungo botta e risposta che ha coinvolto gli esponenti politici dei due partiti in questione, si è concluso con la controreplica di Di Cristina. Dopo che, nei giorni scorsi, il comparto sanitario nisseno era stato bersaglio delle pesanti denunce da parte del segretario e del presidente provinciale del PD nisseno i quali ne hanno messo in luce le pesanti carenze in pianta organica e la mancanza di reparti -per citare solo due delle importanti questioni che arrecano disagi ai pazienti- la replica di Mancuso si è concentrata sull’importanza di un settore che, seppure in condizioni eccezionali, quali quelle dettate dalla pandemia -e non solo- opera costantemente con impegno e dedizione, onde assicurare e garantire l’assistenza sanitaria dovuta. “Mera strumentalizzazione politica” che -a detta dell’on.le Mancuso suonerebbe non solo falsa e priva di fondamento ma financo irrispettosa ed oltraggiosa verso tutto il personale medico e paramedico di cui ne ha elogiato competenze professionali, dedizione ed abnegazione. Tacciando il PD di incompetenza amministrativa visti i numeri impietosi da esso consegnati quando al governo della Regione. E proponendo, in ultima analisi, una “riconciliazione natalizia” in vista di una “più accettabile collaborazione”. Ma così non fu! Ed ecco il contrattacco di Di Cristina -per nulla blando- che si indigna di fronte ad un “Parlamentare di Forza Italia che, in maggioranza da più di quattro anni, non esita a prendere le difese dell’ASP pur di screditare e attaccare deliberatamente i dirigenti provinciali del Partito Democratico”. Un evidente cambio di rotta, da parte dello stesso parlamentare, che in precedenza “definiva inadeguati i vertici ASP”. E chiarisce Di Cristina “nessuna voluta mancanza di rispetto al personale sanitario a cui, da sempre, va il sostegno e la gratitudine di tutto il Partito” a scanso di equivoci per chi ha cercato di “strumentalizzare le dichiarazioni in nota”. La salute del cittadino -attualmente non garantita- sarebbe l’obiettivo prioritario per il PD. “Lasciamo lo sciacallaggio al dominio privato di chi -avendone fatto uso cospicuo- ne conosce bene anche il significato”. Infine l’appello accorato anche ai sindaci di Caltanissetta e Gela affinchè si attenzioni il Vittorio Emanuele di Gela. “Un territorio francamente devastato dalle carenze sanitarie ospedaliere con reparti chiusi da anni in cui si sono fatti solo passi indietro. Ma dai piani alti dell’ASP piuttosto che giungere proposte risolutive giungono minacce agli scriventi”.

Ti è piaciuto questo post?

Clicca sulle stelline per dare un voto!

Average rating 3 / 5. Vote count: 2

Vota per primo questo articolo

Condividi