Home Cronaca Siglato il patto «Controllo di vicinato», il prefetto: «Modello replicabile anche negli...

Siglato il patto «Controllo di vicinato», il prefetto: «Modello replicabile anche negli altri Comuni»

211 views
0

Caltanissetta – Firmato il protocollo d’intesa «Controllo di vicinato». È stato siglato dal prefetto di Caltanissetta, Chiara Armenia  e dal sindaco Roberto Gambino nei saloni di rappresentanza dell’ufficio del governo di viale regina Margherita.

Presenti il questore facente funzioni  Gaspare Calafiore, il comandante provinciale dei carabinieri, il colonnello Vincenzo Pascale, il comandante provinciale della guardia di finanza, il colonnello  Stefano Gesuelli e, ancora, rappresentanti delle organizzazioni sindacali, delle associazioni di categoria ed i presidenti dei comitati di quartiere

In premessa il prefetto ha evidenziato «l’importanza del patto come strumento di collaborazione istituzionale che mira a stimolare forme di sicurezza partecipata della cittadinanza sul territorio, attraverso la reciproca attenzione, fornendo un contributo all’attività di prevenzione dei reati». Aggiungendo poi che «lo strumento pattizio mira a sollecitare e sviluppare forme di collaborazione e partecipazione attiva della popolazione e, in particolare, attraverso la segnalazione alle forze di polizia di comportamenti o soggetti sospetti, sfruttando lo scambio di informazioni, consente di coadiuvare le forze dell’ordine nella prevenzione e contrasto dei reati predatori e, più in generale, delle fattispecie delittuose».

La stessa rappresentante di governo ha poi chiarito che «la sicurezza urbana è stata sempre al centro di diverse riunioni del comitato per l’ordine e la sicurezza pubblica e la stipula del patto rappresenta un ulteriore strumento per rafforzare la sicurezza della città… Il controllo di vicinato – è andata avanti – sviluppa forme di prossimità e di non indifferenza, contribuendo alla creazione di una rete capace di rafforzare lo spirito di comunità e di cooperazione capace di accrescere la sicurezza percepita».

Per il prefetto «quello di oggi è un piccolo tassello, replicabile anche negli altri Comuni della provincia, nell’ambito di un sistema complesso deputato ad accrescere la sicurezza comunitaria e la cultura della legalità».

Il sindaco, dal canto proprio, ha spiegato che tra le iniziative in cantiere da parte dell’amministrazione vi sono il potenziamento dell’illuminazione  cittadina e il rafforzamento della videosorveglianza  delle principali vie e piazze.

I vertici delle forze dell’ordine hanno rimarcato «l’importanza che riveste il patto siglato come strumento capace di replicare un meccanismo che, basandosi sulla collaborazione della cittadinanza attraverso segnalazione anche in forma anonima, consente interventi tempestivi delle forze di polizia, fondamentali per contrastare i fenomeni delittuosi a tutela della pubblica incolumità» e spiegando come «il patto miri ad ingenerare un dialogo proattivo con i cittadini tramite i referenti dei gruppi, per acquisire elementi utili a migliorare l’azione di prevenzione sul territorio.

Le altre parti presenti al tavolo della firma hanno assicurato, dal canto proprio, la massima collaborazione.

Vincenzo Falci

Ti è piaciuto questo post?

Clicca sulle stelline per dare un voto!

Average rating 0 / 5. Vote count: 0

Vota per primo questo articolo

Condividi