Home Cronaca «Sorella sanità 2», scarcerati i due nisseni coinvolti nello scandalo   

«Sorella sanità 2», scarcerati i due nisseni coinvolti nello scandalo   

810 views
0

Caltanissetta – Scarcerati i due nisseni coinvolti nei giorni scorsi nello scandalo della sanità. L’inchiesta della procura di Palermo ribattezzata «Sorella sanità 2».

In libertà il funzionario dell’Asp di Enna, il cinquantatreenne nisseno Giovanni Luca Vancheri – assistito dall’avvocato Silvano Domina – sotto inchiesta per  corruzione e turbata libertà del procedimento di scelta del contraente. Era finito in carcere il 21 ottobre scorso tra le pieghe di un’indagine della guardia di finanza perché sospetto di essere fatto corrompere. Ora è  libero.

Colpo di spugna anche all’ordinanza emessa dal gip di Palermo l’11 ottobre scorso nei confronti del quarantacinquenne nisseno Giuseppe Bonanno assistito dall’avvocato Giuseppe Panepinto –  dipendente della società Althea spa , sotto indagine per corruzione. Era agli arresti domiciliari ed è tornato ora in libertà.

Per entrambi il tribunale del riesame del capoluogo isolano presieduto da Simona Di Maida – completano il Collegio i giudici Francesco Gallegra e Rocco Cocilovo – accogliendo le istanze avanzate dagli avvocati Panepinto e Domina, hanno annullato le ordinanze a carico degli stessi Bonanno e Vancheri per il quale resta in vigore la misura interdittiva per un anno.

Per entrambi è stata dichiarata l’incompetenza territoriale del gip di Palermo a favore del gip di Enna e gli atti sono stati trasmessi alla procura del capoluogo isolano che dovrà girarli alla procura di Enna.

Bonanno, secondo la tesi accusatoria avrebbe corrotto Vancheri per una gara milionaria relativa all’assistenza domiciliare respiratoria per una parte dell’isola.

L’inchiesta è la prosecuzione di un primo filone d’indagine che nel maggio di due anni fa ha fatto scattare una pioggia di ordinanze e sette di loro sono stati già condannati con il rito abbreviato.

Ti è piaciuto questo post?

Clicca sulle stelline per dare un voto!

Average rating 0 / 5. Vote count: 0

Vota per primo questo articolo

Condividi