Home Cronaca Stalking e abusi sessuali, campofranchese sotto accusa

Stalking e abusi sessuali, campofranchese sotto accusa

2.925 views
0

Campofranco – Per un anno e più l’avrebbe bersagliata di messaggi dai contenuti più che minacciosi, rivolti a lei e un suo amico, e poi una valanga di telefonate. Nel gran calderone dell’inchiesta, anche presunti abusi sessuali.

C’è tutto questo nel dossier istruito  a carico di un campofranchese che poi ha rimediato anche il rinvio a giudizio.

 È un trentanovenne, A.N. – assistito dall’avvocato Claudio Testa – finito sotto processo ad Agrigento per rispondere di atti persecutori, violenza sessuale e minacce.

Reati che si sarebbero consumati nei confronti di una donna d’origine romena, una quarantaseienne peraltro sposata in Patria, che vive nell’Agrigentino.

I guai, per lei, sarebbero iniziati dopo la fine della loro relazione sentimentale. A quel punto l’uomo avrebbe iniziato a bersagliare la donna che, nel frattempo era tornata in Romania. E l’avrebbe pure minacciata di rivelare al marito della loro precedente relazione extraconiugale.

E tra i tantissimi messaggi che le avrebbe inviato al suo cellulare ve ne sarebbero stati alcuni concilianti, altri fortemente minacciosi del tipo «se mi devi mandare messaggi solo per una cosa, altrimenti finirà brutta, parliamoci chiaro.. non è che fai passare qualche giorno e dici “s’è calmato mi metto di nuovo a giocare”… vedi che finirà brutta e poi vedi…».

E, sms a parte, le avrebbe fatto decine e decine di chiamate. Fino a toccare il tetto, un giorno, di un’ottantina di telefonate, tutte non risposte perché lei, nel frattempo, aveva bloccato il numero.

Lo stesso spasimante campofranchese – secondo la tesi accusatoria – avrebbe pure inviato foto in atteggiamenti intimi della sua ex sia ad un’amica che alla figlia.

E nel fascicolo vi sono anche diversi presunti episodi di abusi sessuali a cui l’avrebbe costretta – secondo la ricostruzione degli inquirenti – dal novembre del 2017 all’agosto dell’anno successivo.

Ora l’avvocato Claudio Testa, che lo assiste, ha chiesto al giudice che l’uomo sia sottoposto a perizia psichiatrica per stabilire se in quei frangenti sia stato nel pieno possesso delle sue facoltà mentali. Istanza che è stata accolta. E tra un mese il giudice incaricherà un esperto.

Ti è piaciuto questo post?

Clicca sulle stelline per dare un voto!

Average rating 3.8 / 5. Vote count: 4

Vota per primo questo articolo

Condividi