Home Cronaca Violenza sessuale su degenti, misura cautelare per infermiere del S.Elia

Violenza sessuale su degenti, misura cautelare per infermiere del S.Elia

715 views
0

Caltanissetta – L’accusa, infamante, è di avere tentato di approfittare di due pazienti di psichiatria. Pende su un infermiere dell’ospedale Sant’Elia che è stato sospeso dal servizio.

Più in dettaglio non potrà svolgere l’attività lavorativa per 11 mesi e la direzione generale dell’Asp ha disposto l’immediata sospensione del dipendente.

È un cinquantaduenne originario dell’Agrigentino, adesso accusato di violenza sessuale aggravata dall’aver commesso il fatto, per altro, ai danni di una minore

E in più, èla tesi degli inquirenti «dovrà rispondere delle aggravanti di aver commesso il fatto con violazione dei doveri inerenti un pubblico servizio ed in danno di persona ricoverata presso una struttura sanitaria».

È dalla denuncia presentata da una ragazzina di nazionalità straniera che ha preso vita l’indagine seguendo il cosiddetto codice rosso, che impone agli inquirenti sdi sentire la vittima e persone informate sui fatti nell’arco di tre giorni.

Era, in particolare, il 25 aprile scorso quando una minore straniera, arrivata da sola in Italia l’anno precedente, ha contattato il numero unico di emergenza raccontando di essere stata abusata sessualmente durante la sua degenza al reparto di psichiatria dell’ospedale Sant’Elia di Caltanissetta.

Ma quell’indagine ha poi svelato dell’altro. Consentendo a polizia e magistrati di scoprire che due anni prima le violenze si sarebbero consumate ai danni di un’altra paziente che era già stata ricoverata nello stesso reparto.

«La polizia – è stato sottolineato dai vertici della questura nissena –  ha raggiunto questo risultato investigativo grazie all’ascolto delle vittime frutto di una specializzazione del personale della sezione reati contro la persona. Ogni vittima di reato troverà sempre poliziotti pronti ad accoglierla in questura ed ascoltare quanto subito» è l’esortazione che s’è levata, rivolta a chiunque abbia subito violenza.

Ti è piaciuto questo post?

Clicca sulle stelline per dare un voto!

Average rating 3.7 / 5. Vote count: 3

Vota per primo questo articolo

Condividi